La Vaniglia

La Vaniglia

La vaniglia è originaria dell'America centrale e vanta una lunga tradizione di utilizzo precolombiano. Sia i Maya e, in seguito, gli Aztechi utilizzav

Gel fai da te – Come si preparano
Oleolito Eleonora Pizzo
Cowash
Burro di Cocco
Katiramania Poo ©

La vaniglia è originaria dell’America centrale e vanta una lunga tradizione di utilizzo precolombiano. Sia i Maya e, in seguito, gli Aztechi utilizzavano la vaniglia per aromatizzare una bevanda speciale preparata con acqua, fave di cacao e spezie: chacau haa (o chocol haa ) nel maya e cacahuatl nella lingua azteca (náhuatl).
Il cioccolato maya, come si beve ancora nel sud del Messico (Yucatán), in Guatemala e in Belize, è spesso speziato, contenente peperoncini e altre spezie autoctone ( pimento , annatto ) o importate ( pepe nero , cannella ). Gli edulcoranti (zucchero o miele) sono possibili ma in nessun modo obbligatori. La bevanda è goduta calda o fredda, ma in ogni caso è montata in modo tale che diventi schiumosa; la schiuma è considerata la parte più deliziosa.

Gli Aztechi bevevano il cioccolato per lo più freddo e spesso usavano il miele per ottenere un prodotto dolce; ai nostri giorni, naturalmente, lo zucchero di canna è più comune. Cioccolato azteco può contenere tutte le sostanze aromatiche di cui al comma precedente, e di più ( e g.. , Paprica o foglie messicano pepe ); per scopi cultuali, il colore profondamente rosso portato dall’aggiunta di annatto era molto stimato. Quando Hernán Cortés costrinse il governatore azteco Moctezuma a concedergli un pubblico il 14 novembre 1519, fu il primo europeo a provare il cioccolato; meno di tre anni dopo, la grande capitale azteca Tenochtitlán era andata in frantumi e l’impero azteco aveva cessato di esistere.

La vaniglia è stata usata per la prima volta in Europa principalmente per lo stesso scopo in America: per aromatizzare il cioccolato, una bevanda molto popolare tra la nobiltà europea del 17. secolo. Il cioccolato europeo da bere era quasi esclusivamente dolce e poteva usare molti aromi aggiuntivi, e. g. anice , cannella , ma anche prodotti esotici di animali come muschio e ambra grigia; i principali contributi europei alla cioccolata erano, tuttavia, l’uso del latte anziché dell’acqua, che culminò molto più tardi, alla fine del 19. secolo, nella produzione di tavolette di cioccolato al latte.

A parte il cioccolato, la vaniglia è utilizzata per un gran numero di altri piatti dolci nella cucina occidentale; il suo uso è cibi salati è molto raro. La vaniglia è essenziale per un gran numero di ricette di biscotti, torte, dolci budini e gruel e anche per bevande dolci a base di latte; inoltre, pasticceria secca ( e g.. , Strudel in Germania, Austria e Repubblica Ceca;) a volte sono serviti con caldo, salse dolci al profumo di vaniglia. L’applicazione più importante, quasi proverbiale, è però il gelato alla vaniglia. La maggior parte dei prodotti industriali aromatizzati alla vaniglia non contiene la vera vaniglia, ma la vanillina sintetica molto meno costosa, la principale (ma non unica) componente dell’aroma vaniglia.

La vanillina può essere facilmente prodotta dai rifiuti di legno dell’industria cartaria; la stessa reazione chimica, a proposito, sta dietro l’aroma vanigliato di alcuni vini invecchiati in botti di legno ( barrique ). La vanillina pura ha un profumo che ricorda la vaniglia, ma manca del sapore sottile della vera spezia. Pertanto, non può sostituire la vaniglia con prodotti di alta qualità. In nessun prodotto questo è più ovvio che nel gelato alla vaniglia, che (a parte rare eccezioni) ha un sapore deludente. Il gelato alla vaniglia fatto con estratto naturale di vaniglia o di vaniglia (lo si riconosce dai minuscoli semi neri nel gelato) è relativamente raro e, naturalmente, un po ‘più costoso.

A prima vista, il gelato sembra un prodotto tipico dei paesi occidentali industrializzati, poiché la sua produzione e il suo trasporto richiedono strutture tecniche significative. Eppure, anche Alessandro Magno amava i dessert ghiacciati, e diversi imperatori romani hanno riferito di aver adottato questa usanza. Gli imperatori cinesi della dinastia Tang avevano dessert ghiacciati basati sul latte di bufala aromatizzato con canfora per alleviare il disagio delle calde giornate estive, e ricette simili furono successivamente sviluppate dalla dinastia indiana Mughal ( kulfi [ कुल्फ़ी ]). Il raffreddamento è stato ottenuto dalla neve trasportata in tribunale da montagne lontane, il che è un notevole successo logistico.

I gelati contemporanei devono la loro consistenza liscia e soffice non solo a vari emulgatori, ma anche a minuscole bolle di gas intrappolate nella matrice semisolida. Questa caratteristica distingue il ghiaccio morbido dei nostri giorni dai sorbetti semi- congelati di Nero o Jehan Gir.

I gelati sono prodotti in un’enorme varietà di sapori diversi; più popolare nei paesi occidentali sono il cioccolato, aromi di frutta (degli impianti citati in queste pagine, limone , arancio , melograno , e mango ) menta piperita , vaniglia, tonka e una ricchezza di noci, e. g. , nocciola, mandorla o cocco . Meno flusso principale, ma ottimi sono gelati prodotti a partire da erbe aromatiche ( verbena , basilico , lavanda ) o spezie come la cannella , il cardamomo e noce moscata. In alcuni paesi, i gelati con profumo floreale sono popolari, e. g. , è aumentato in Iran o kewra in India; La Tailandia e l’Indonesia hanno ghiaccio da foglie pandan da offrire. Il gelato allo zafferano venduto nei centri turistici indiani trovai quasi avvincente (il migliore era lo zafferano- pistacchio, per chi progettava di passare le vacanze a Monte Abu / Rajasthan). Vi sono, tuttavia, altri aromi di gelato descritti in letteratura che menziono senza essere in grado di immaginare come possano essere gustati: i resoconti parlano di gelato all’aglio e del Cile , una sfida per i cuori forti!

Diverso dalla maggior parte delle altre spezie, la lavorazione della vaniglia è piuttosto complicata, perché i baccelli di vaniglia freschi non hanno alcun sapore; la vanillina è legata come un glicoside e deve essere liberata dalla reazione enzimatica, normalmente indotta da una sequenza di operazioni di scottatura (Bourbon) o vapore (México). Questo, e la necessità di impollinazione manuale al di fuori del Messico, rende la vaniglia una delle spezie più costose.

La vaniglia non è spesso associata ad altre spezie, anche se probabilmente vale la pena provare lo zafferano o la cannella . Fagioli tonka , pietre di mahlab cherry o estratto di foglie di pandano costituiscono interessanti alternative alla vaniglia; un’altra possibilità sono i distillati di fiori profumati ( rosa , kewra ).

Tutto ciò che costa diventa adulterato e falso – la vaniglia non fa eccezione. Prima di tutto, la vanillina sintetica è una scelta ovvia per ravvivare i fagioli di bassa qualità, o fagioli che sono stati estratti per produrre il costoso estratto di vaniglia (vinto macerando i baccelli di vaniglia in una miscela di acqua e alcool). La vanillina sintetica può anche apparire nell’estratto stesso. Soprattutto in Messico, l’ estratto di fava tonka si presenta regolarmente con estratto di vaniglia. Vedi anche fava tonka per sigarette alla vaniglia.

Due specie affini di vaniglia ( V. pompona , detta anche vaniglia della Guadalupa o vaniglia delle Antille delle Indie occidentali e V. tahitensis di Tahiti), producono bacche di vaniglia con un sapore decisamente deviante. Fino al recente passato, entrambe le specie erano considerate inferiori a V. planifolia e talvolta venivano abusate per adulterare i prodotti alla vaniglia. Naturalmente, l’insolito non è necessariamente un segno di basso valore, e le due vaniglie esotiche potrebbero essere utilizzate a pieno titolo.

Nel primo decennio del 21 ° secolo, la vaniglia di Tahiti ha registrato un improvviso aumento di popolarità e di applicazioni, in particolare nella gastronomia occidentale. Molti dei ristoranti più costosi ora preparano dolci tradizionali alla vaniglia con vaniglia di Tahiti, e. g. , Panna cotta , crème brûlée o gelato alla vaniglia semplicemente. Esiste un curioso parallelo nel crescente uso dei fagioli tonka , che sono spesso impiegati negli stessi stabilimenti per gli stessi scopi.

Principali costituenti
I baccelli di vaniglia freschi contengono vanillin glucoside, una sostanza inodore. Solo dopo la raccolta, il glicoside si rompe con un processo di fermentazione ad alta intensità di lavoro, ottenendo la vanillina aromatica libera (4-idrossi 3-metossi benzaldeide). La fermentazione coinvolge β-glucosidasi.

Il frutto completamente fermentato contiene circa il 2% di vanillina, a seconda della provenienza (Messico 1,75%, Sri Lanka 1,5%, Indonesia 2,75%); in baccelli di vaniglia di qualità eccezionalmente buona, la vanillina cristallizzata può essere visibile sulla superficie sotto forma di piccoli aghi bianchi (chiamati givre , la parola francese per gelo ).
Pompona alla vaniglia: vaniglia alle antille
Guadalupa-Vaniglia, pianta sterile
Oltre alla vanillina (85% delle sostanze volatili totali), altri importanti componenti aromatici sono la p- idrossi-benzaldeide (fino al 9%) e il p- idrossibenzil metil etere (1%). Oltre alle aldeidi del teo (vanillina, p- idrossi benzaldeide), possono essere presenti anche gli alcol corrispondenti e gli acidi carbociclici in funzione della fermentazione e dei dettagli di conservazione; gli acidi implicano perdita di aroma a causa della loro minore volatilità.

Un certo numero di componenti in tracce (2-feniletanolo, vari fenoli, ad esempio guajacol, p -cresolo e creosolo e composti eterociclici di struttura di furano o piranone) migliorano significativamente il sapore; circa 130 ulteriori composti sono stati identificati nell’estratto di vaniglia (fenoli, fenolo etere, alcoli, composti carbonilici, acidi, esteri, lattoni, carboidrati alifatici e aromatici e composti eterociclici). Due vitispirani stereoisomerici (2,10,10-trimetil-1,6- e metilidene-1-oxaspiro (4,5) dec-7-ene), anche se solo in tracce, influenzano anche l’aroma.

Convenzionale saggezza vuole che la ben diversa fragranza della vaniglia Tahiti è dovuto al Vanillina (1,7%) e dei contenuti aggiuntivi di piperonal (heliotropin, 3,4-dioxymethylenbenzaldehyde) e diacetile (butandione). Questo punto di vista, tuttavia, è stato contestato quando un’indagine su chicchi di vaniglia di Tahiti provenienti da fonti diverse non ha trovato piperonal, ma solo vanillina, alcol anisilico, acido anisico e piccole quantità di anidrite e anidrite. (Zeitschrift f. Lebensmitteluntersuchung und -forschung A, 199 , 38, 1994)

La vaniglia contiene inoltre il 25% di zuccheri, il 15% di grassi, il 15-30% di cellulosa e il 6% di minerali. Il contenuto di acqua è insolitamente alto (35%).

Origine
Messico sudorientale e Guatemala. Oggi gli esportatori più importanti sono il Madagascar e la Riunione (precedentemente chiamata Bourbon), anche prima del Messico; c’è anche qualche produzione in Africa orientale. In Asia, l’Indonesia è il produttore di maggior successo.

Etimologia
La parola vaniglia deriva dal nome spagnolo della spezia, la vainilla , ed è un diminutivo di guaina di vaina , vagina, baccello (dalla cavità del Proto- Indo- wag europeo ), forse motivato dalla forma a guaina del frutto. Il nome della specie, planifolia , si riferisce alla forma piatta delle foglie.

I nomi di vaniglia sono quasi identici in praticamente tutte le lingue del mondo. All’interno dell’Europa, c’è poca variazione ortografica, e. g. , Basco bainila , polacco wanilia e lettone vaniļa . Esempi dall’Asia includono l’arabo al-fanilya [ الفانيليا ], il Farsi vanil [ وانیل ], il Tamil vanikkodi [ வனிக்கோடி ], il panlio indonesiano , il cantonese wahn nei la [ 雲 呢 哪 ] e il mandarino fan ni lan [ 梵 尼蘭 ].

Molto interessante, i nomi nativi di vaniglia (ad esempio Náhuatl tlilxochitl black flower ), a mia conoscenza, non sono stati trasferiti in nessun’altra lingua dopo la conquista. Inoltre, i nomi descrittivi in ​​lingua straniera sono quasi del tutto mancanti, anche se le designazioni nello spirito del fagiolo aromatico preferirebbero suggerire se stessi. Eppure solo i cinesi hanno nomi simili, per esempio xiang jia lan [ 香 莢 蘭 ], che con cautela intendo come orchidea che porta fagioli fragranti .

Vediamo le proprietà della Vaniglia sulla nostra pelle e capelli:

1. Rimuove L’acne:
Essenza di vaniglia è molto utile nella rimozione di acne e altri segni indesiderati sulla pelle a causa della presenza di superbe proprietà antibatteriche in esso. Si può consumare la vaniglia in forma di dessert o si può anche applicare il suo fagiolo in forma grezza in modo da ottenere il massimo beneficio nella rimozione di cicatrici e acne che risiedono sul tono della pelle.

2. Rimuove I Segni Di Invecchiamento:
La vaniglia è un ricco antiossidante che aiuta a mantenere l’elasticità persa della pelle e invertire gli effetti del danno alla pelle causato dai radicali liberi. È benedetto con fantastiche proprietà anti-invecchiamento che possono dare un aspetto morbido e levigato alla pelle dall’aspetto opaco. Basta applicare una pasta mista preparata con l’estratto di vaniglia prelevato dal suo fagiolo e dall’olio biologico sulla pelle opaca in modo da ottenere una pelle giovane e lucida per lungo tempo.

3. Dà Sollievo Dalla Combustione Di Calore:
La vaniglia è un rimedio fantastico per rimuovere le sensazioni dolorose causate da bruciature, ferite e tagli. Tuttavia, si consiglia di non applicare gli estratti concentrati di vaniglia sulla zona interessata, specialmente le su ustioni, perché suscita un dolore insopportabile quando viene applicato in forma concentrata.

4. Rende La Pelle Sana:
La vaniglia è molto ricca di vitamina B e contiene alcune speciali proprietà antiossidanti che aiutano a mantenere la salute della pelle rimuovendo così tutti gli allergeni e le tossine che risiedono sul tono della pelle. È necessario massaggiare il viso ogni giorno con la pasta preparata di 4 baccelli di vaniglia, succo di limone appena spremuto, 2 cucchiai di zucchero e 2 gocce di olio essenziale di vaniglia, quindi sciacquare il viso con acqua tiepida per proteggere la pelle dai danni della pelle.

5. Dona Lucenti Capelli:
La vaniglia è molto utile per rendere i capelli setosi, lisci e lucenti. È necessario applicare una miscela di 2 cucchiai di olio di mandorle, olio di ricino mescolato in 5 gocce di olio essenziale di vaniglia e una piccola quantità di burro di karitè bollito. L’applicazione di questa pasta per 15 minuti prima di lavarla con uno shampoo delicato darà sicuramente la massima lucentezza e morbidezza ai follicoli piliferi.

6. Riduce La Caduta Dei Capelli:
La vaniglia è troppo buona per promuovere la crescita dei capelli in combinazione con oli essenziali e oli portatori. È necessario massaggiare i capelli con una soluzione mista di olio essenziale di vaniglia e olio di oliva vergine e poi lavarli via con acqua tiepida dopo 15 minuti. Ripetere questa attività per un mese rimuoverà sicuramente la questione della caduta dei capelli dalla radice comodamente.

7. Riduce La Depressione:
Se stai soffrendo di depressione e disturbo d’ansia, massaggiare i capelli con una pasta fatta di essenza di vaniglia, olio di ricino, olio di jojoba e latte ti aiuterà sicuramente a liberarti di questa pelle. L’essenza di vaniglia offre grandi soddisfazioni al sistema nervoso e si consiglia inoltre di bere una tazza di latte contenente profumo di vaniglia per ottenere un rapido sollievo dallo stato di stress mentale.

8. Aiuta Nella Perdita Di Peso:
Se sei una persona obesa e vuoi perdere peso velocemente, devi includere il consumo di dieta a base di vaniglia nel tuo piano alimentare. Infatti, gli estratti di vaniglia danno una sensazione più piena allo stomaco e rimuovono anche l’eccesso di grasso immagazzinato dal corpo.

9. Dà Sollievo Dalla Nausea:
Se senti nausea come complicazioni, l’essenza dell’estratto di vaniglia ti aiuterà sicuramente a mantenere la calma del sistema digestivo. Hai solo bisogno di bere il succo di vaniglia fatto mescolando estratti di vaniglia in un bicchiere d’acqua. Questo rimedio dona un immediato sollievo dalla nausea e dalla sensazione di vomito comodamente.

10. Riduce La Tosse E Il Freddo:
Se soffri di tosse e raffreddore, allora l’estratto di vaniglia può darti un rapido sollievo. Infatti, molti sciroppi per la tosse oggi usano l’essenza di vaniglia nella sua formula di produzione perché o le sue proprietà anestetiche antibatteriche e lievi. L’essenza di vaniglia funziona bene nel ridurre il dolore che si verifica a causa di mal di gola e mal di testa senza causare alcun effetto collaterale al corpo.

11. Buono Per Salute Orale:
L’estratto di vaniglia offre una buona salute orale al suo consumatore grazie alla presenza di un composto chiamato “Vanillina” che potenzia il funzionamento di un sistema nervoso. La vaniglia è considerata un anestetico topico e sorprendente antidolorifico che aiuta a rimuovere tutti i problemi dentali dando così forza alle gengive e ai denti del suo consumatore.

12. Problemi Di Stomaco:
L’assunzione di vaniglia è anche molto utile nel rimuovere problemi di stomaco come gastriti, gonfiore, mal di stomaco e perdita di appetito in quanto migliora la funzione del sistema digestivo. Devi bere una tazza di acqua tiepida con qualche bacca di vaniglia in modo da eliminare i disturbi allo stomaco e nausee.

13. Aiuta In Gravidanza:
L’assunzione di estratti di vaniglia a base di dessert è molto buona per la salute della donna sottoposta a un periodo di gravidanza controllando il suo livello di stress. Tuttavia, il tuo appetito consulta il tuo medico se stai assumendo farmaci per il diabete perché la sua dolcezza è in qualche modo malsana per i pazienti diabetici in gravidanza.

14. Cura La Ferita:
L’estratto di vaniglia è troppo buono per la guarigione rapida di ferite e tagli con le sue proprietà anti-infiammatorie che offre relax alle aree infiammate della pelle. Tuttavia, deve essere evitata l’applicazione diretta di estratto di vaniglia su tagli e ferite. Pertanto, è necessario consultare il medico prima di utilizzare questo rimedio per alleviare il dolore delle lesioni.

15. Migliora Il Metabolismo:
L’estratto di vaniglia funziona bene anche nel migliorare il metabolismo del suo consumatore con le sue proprietà antiossidanti che riducono il radicale libero presente nel corpo. Gli estratti di vaniglia rimuovono le tossine ei radicali liberi con processi metabolici migliorati, offrendo così un sistema immunitario sano per molto tempo.

Ora vediamo qualche ricetta da preparare usando i baccelli di vaniglia, quelli Bourbon sono i migliori, ovviamente oltre che acquistarli negli ipermercati li potrete prendere su Amazon 👉🏻 “Vaniglia”

La vaniglia

Oleolito alla Vaniglia

Nel nostro CC rientra in nutrizione

Ingredienti
-4 stecche di vaniglia 👉🏻 “Vaniglia”
-120 ml di olio (riso, olio di semi di girasole)

Procedimento:

-Tagliare per metà le stecche di Vaniglia.
-Con la punta del coltello prelevare la parte interna compresi i semini (attenti a non utilizzare la lama)
-Tagliare a piccoli pezzettini il baccello aperto.
-Mettere il tutto il un contenitore scuro dotato di tappo ermetico (sia olio che i semini e il baccello tagliuzzato)

La Vaniglia

Se non avete il contenitore di vetro scuro assicuratevi di ricoprire il barattolo con la carta stagnola. Riponete il barattolo in un luogo chiuso ricordandovi di agitare il composto. Passati i 40 giorni filtrate il tutto aiutandovi con delle garze. (potrete lasciare il vostro Oleolito a macerare per più tempo se desiderate intensificare la profumazione)

la vaniglia

Burro montato alla vaniglia:

Nel nostro CC rientra in nutrizione

Ingredienti:
– 120 grammi di burro di karitè
– 2 cucchiai di oleolito alla vaniglia
– 2 cucchiai di olio di mandorla
– 2 cucchiai di olio di argan
– 2 cucchiai di olio di ricino

Procedimento:
Sciogliere il burro di karitè a bagno maria, una volta sciolto ed a temperatura tiepido aggiungere gli altri oli e sbattere con le fruste per montarlo, mettere nel congelatore per 5 minuti , ritirarlo fuori e rimontarlo con le fruste (ricordatevi che dovrete incorporare aria per rendere il vostro burro montato una sorta di panna da spalmare.

La vaniglia

Estratto di vaniglia:
Ottimo sostituto della vanillina per la preparazioni di dolci, ma andiamo alla ricetta <3

Ingredienti: 
– 100 ml di alcool (usate quello buongusto oppure la vodka pura)
– 8 baccelli di vaniglia di media grandezza 👉🏻 “Vaniglia”

Procedimento:
Aprite i baccelli a metà e con la punta del coltello raschiate all’interno del baccello, otterrete una polvere umida e di colore nero. Tagliate a pezzettini i baccelli vuoti di vaniglia. trasferite la vaniglia in un contenitore con tappo ermetico, aggiungete lentamente la vodka e per finire i pezzetti di baccelli , chiudete il barattolo che andrà riposto in un luogo fresco e buio, agitate il vasetto per i primi 15 giorni una volta al giorno, successivamente una volta a settimana, lasciare riposare il vasetto per 3 mesi. (ovviamente se volete un sapore ed una estrazione migliore lasciate per più di 3 mesi.

Nota bene:
Tutte queste informazioni sono frutto di studi clinici effettuati “in vitro” e/o “in vivo” ma non hanno lo scopo di diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia. Consigliamo sempre il pare del medico di base prima di utilizzare qualsiasi sostanza a voi sconosciuta (o parzialmente conosciuta) soprattutto se si è soggetti allergici o particolarmente sensibili, donne in gravidanza e persone sottoposte a cicli farmacologici dovuti a gravi malattie e soggetti Fabici per maggiore sicurezza è possibile eseguire un patch test casalingo per verificare eventuali reazioni allergiche, scopri come qui 👉🏼 “Test Casalingo per le Reazioni Allergiche”

Pertanto ci esoneriamo da qualsiasi responsabilità su un uso improprio delle informazioni riportate negli articoli contenuti in questo sito.

 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
Do NOT follow this link or you will be banned from the site!