Test Porosità del capello

Test Porosità del capello

Alimenti indispensabili per la salute dei capelli nella dieta vegetariana/vegana.
Accelerare la Crescita dei Capelli
Capelli in estate
Riconoscere le maschere in che categoria del Cronogramma Capillare rientrano
GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA

Un’ altro fattore importante è quello di valutare la porosità dei tuoi capelli. Il tipo di porosità indica la capacità dei capelli di assorbire l’acqua e le sostanze (idratanti e nutrienti) che utilizzerete per trattarli e prendervene cura quotidianamente.

L’ideale è l’equilibrio: né troppo, né troppo poco.

Se la porosità è troppo alta, significa che le cuticole dei capelli sono alzate, quindi puoi eseguire i trattamenti ma i tuoi capelli non saranno in grado di trattenere ciò che è necessario. D’altra parte, se la porosità è molto bassa, le cuticole sono ben chiuse, anche resistenti ai trattamenti, poiché non possono assorbire le sostanze necessarie.

 

test porosità

Test di porosità
Per valutare la porosità dei tuoi capelli, usa il test del bicchiere: basta prendere un bicchiere d’acqua a temperatura ambiente e mettere un capello pulito (dopo lo shampoo, senza alcun prodotto) all’interno, lasciandolo lì per 5 minuti.
(Il test della porosità risulterà falsato sui capelli con Hennè)

-Se il capello galleggia, hai una bassa porosità.
Con la cuticola ben chiusa, i tuoi capelli sono resistenti a far penetrare i trattamenti. Durante i trattamenti, specialmente quelli idratanti, utilizzare una cuffia o un asciugamano caldo per facilitare l’apertura delle cuticole è di conseguenza permettere la penetrazione del trattamento.

-Se il capello si trova al centro del bicchiere, hai una normale porosità.
È il capello ideale, la sua cuticola è leggermente sollevata, permettendo così di assorbire i trattamenti. Vale la pena ricordare che chi ha i capelli con porosità normale non ha bisogno di idratazione con tale costanza, dal momento che i capelli assorbono facilmente l’umidità.

-Se il capello è in fondo, hai un’alta porosità. Con le cuticole spalancate, i capelli assorbono più umidità di quanto siano in grado di trattenere, oltre ad avere più difficoltà a trattenere le sostanze offerte nei trattamenti. Questo tipo di capelli di solito ha una consistenza instabile, sono poco brillanti, crespi e si spezzano facilmente. Le proteine ​​in questo caso sono molto importanti. Ma naturalmente senza esagerazione, in quanto, come già spiegato, un eccesso di Proteine e sostanze ristrutturanti possono sortire l’effetto contrario, indurendo il capello fino a spezzarsi.

Come inizio il cronoprogramma capillare?
“Vale la pena studiare molto sull’argomento, quindi è importante imparare a conoscere meglio i propri capelli per capire che tipo di trattamento hanno bisogno di ricevere maggiormente.”
Una volta acquisita familiarità con i trattamenti, iniziare a personalizzare il programma. Ricordando sempre che tutti i capelli hanno bisogno di nutrizione, idratazione e ricostruzione e naturalmente anche di buon senso!

Trovate il test del Cronoprogramma Capillare In questo articolo

Cronogramma Capillare (CC)

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0