Arancia (Citrus sinensis – Citrus aurantium)

Arancia (Citrus sinensis – Citrus aurantium)

Regno: Plantae Divisione: Magnoliophyta Classe: Magnoliopsida sottoclasse: Rosidae Ordine: Sapindales Famiglia: Rutaceae Genere: agrume Specie

Che tipo di Capello hai?
Cronogramma Capillare (CC)
La Forfora – Cosa è, cause e rimedi
Perchè i Capelli Cadono? Gravidanza ed Allattamento
⛔️⛔️ STIRATURA BRASILIANA O ALLA CHERATINA

Regno: Plantae
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Magnoliopsida
sottoclasse: Rosidae
Ordine: Sapindales
Famiglia: Rutaceae
Genere: agrume
Specie o ibridi: Citrus sinensis o Citrus x sinensis – Citrus aurantium o Citrus x aurantium

In botanica, l’arancio si riferisce a uno qualsiasi dei diversi tipi di piccoli alberi sempreverdi o arbusti recanti frutti tondi e appartenenti al genere Citrus e, in particolare, si applica all’arancio dolce (Citrus sinensis) o al Siviglia, aspro o amaro arancio (Citrus aurantium). Il termine si riferisce anche al frutto commestibile di questa pianta, che è arancione, giallastro o rossastro quando matura e ha una scorza coriacea e oleosa.

L’agrume è un genere di piante da fiore della famiglia Rutaceae (famiglia di arance) e un nome comune per i frutti commestibili di questo genere. Altri membri del genere includono limoni, lime, cedri, pompelmi, pomeli (pummelo, pommelo) e mandarini (mandarini). Gli agrumi sono una bacca caratteristica con le parti interne divise in segmenti. Molte delle specie sono considerate ibride e forse anche le specie selvatiche e vere riproduttive sono di origine ibrida.

L’arancia è un ibrido di antica origine coltivata, probabilmente tra pomelo (Citrus maxima) e mandarino (Citrus reticulata). Si tratta di un piccolo albero in fiore cresce a circa 10 metri di altezza con foglie sempreverdi e lucide, disposte alternativamente, di forma ovoidale con margini crenulate e 4-10 centimetri. I fiori bianchi tendono ad essere molto profumati. Sebbene originino nel sud-est asiatico, gli alberi prosperano in tutto il mondo nelle regioni a clima caldo (tropicale e subtropicale), tra cui Brasile, Portogallo, Messico, India, Spagna, Nord Africa e Stati Uniti.

Mentre il frutto e il fiore arancioni servono allo scopo individuale di riproduzione dell’albero, forniscono anche nutrimento agli animali, inclusi insetti impollinatori, e valori estetici, sensuali e nutrizionali per gli esseri umani. I fiori d’arancio sono stati usati nei matrimoni e l’olio d’arancio è stato usato per aromatizzare cibi e bevande e per aggiungere fragranza a prodotti come profumi, ammorbidenti e detergenti. Non solo è il gusto del frutto arancione desiderato, se il gusto diretto delle arance dolci o l’uso di arance amare nella produzione di marmellata, ma è sano, essendo ricco di vitamina C e una buona fonte di folati e fibre.

La parola “arancione” deriva in definitiva da una traslitterazione del sanscrito naranga, che proviene dal Tamil naru (“fragrante”). Il frutto in genere ha 11 singoli pezzi all’interno e in Tamil, la parola “Orangu” si traduce in “6 e 5” che implicano 11. In un certo numero di lingue, è conosciuta come una “mela cinese” (ad es. Sinaasappel olandese , “Mela cinese “).

Tutti gli alberi di agrumi sono del singolo genere Citrus e si ibridizzano molto facilmente. Cioè, c’è solo una “superspecie” che include limoni, lime, pompelmi, pomelos, mandarini e arance.

Arancia amara, Citrus aurantium

I frutti di tutti i membri del genere Citrus sono considerati bacche perché hanno molti semi, sono carnosi e morbidi e derivano da una singola ovaia. Il frutto distintivo è un hesperidium in quanto è una bacca specializzata con parti carnose interne suddivise in segmenti (in genere da 10 a 16) e circondate da una crosta separabile. L’agrume herperidium è globoso a allungato, lungo da 4 a 30 centimetri e diametro da 4 a 20 centimetri. La crosta è coriacea e i segmenti, o “liths”, sono riempiti con vescicole di polpa. Il frutto arancione è rotondo; un seme arancione è chiamato pip.

Le piante di agrumi sono piccoli alberi o grandi arbusti, alti da 5 a 15 metri, con germogli spinosi e foglie sempreverdi disposte alternativamente con un intero margine. I fiori sono solitari o in piccoli corimbi (un grappolo ramificato di fiori con fiori inferiori con steli più lunghi). Ogni fiore ha un diametro da 2 a 4 centimetri, con cinque (raramente quattro) petali bianchi e numerosi stami; sono spesso molto profumati.

La tassonomia del genere è complessa e il numero preciso di specie naturali non è chiaro, dal momento che molte delle specie nominate sono ibridi a propagazione clonale, e vi sono prove genetiche che anche le specie selvatiche e vere riproduttive sono di origine ibrida. Gli agrumi coltivati possono essere derivati ​​da poche specie ancestrali.
Katz e Weaver affermano che la visione generalmente accettata è che c’erano tre specie di Citrus primordiali: Citrus medica (citron), Citrus maxima (pumelos) e Citrus reticulata (mandarini) – e che tutti gli altri tipi di agrumi derivavano da eventi di ibridazione singoli o sequenziali tra queste specie o la loro prole. I tipi ibridi di agrumi possono o non possono essere riconosciuti come specie in base alle diverse tassonomie. Pertanto, sono riconosciute ovunque da 3 a 170 specie, con il sistema comunemente usato di Swingle che riconosce 16 specie.

Nondimeno, sono stati dati nomi ai vari membri della famiglia degli agrumi, con le arance spesso indicate come Citrus sinensis e Citrus aurantium, sebbene l’arancia dolce sia chiamata anche Citrus × sinensis e l’arancia amara o aspra come Citrus × aurantium .

Mandarini (Citrus reticulata), con alcune cultivar anche comunemente chiamati tangarini, sono più oblati che rotondi come le arance
Il “mandarino” è un piccolo albero di agrumi (Citrus reticulata) con frutti che ricordano l’arancia. Tuttavia, il frutto è oblato, piuttosto che sferico, e ricorda approssimativamente una zucca in forma. Le cultivar di mandarino specificamente rossastro possono essere commercializzate come mandarini, ma questa non è una classificazione botanica. A volte è elencato come un terzo tipo di base di arancia, raggruppato come “arance a buccia larga” perché le loro bucce scivolano facilmente fuori dalla frutta. Anche i loro segmenti sono sciolti e facilmente separabili.

All’interno di un tipo di agrumi, come arance, pompelmi, arance amare, mandarini e così via, esistono anche sottotipi riconosciuti. Ad esempio, le arance navali, caratterizzate da un piccolo frutto secondario su un’estremità del frutto principale, sono uno dei quattro tipi di arance dolci. (Di nuovo, questi sottotipi possono o non possono essere riconosciuti come specie separate.)

Si ritiene che le arance siano originarie dell’India , del Vietnam o della Cina meridionale.

Varietà di arancia dolce

-Arancio persiano

L’arancia persiana, ampiamente coltivata nell’Europa meridionale dopo la sua introduzione in Italia nell’undicesimo secolo, era amara. Le arance dolci portate in Europa nel XV secolo dall’India da commercianti portoghesi hanno rapidamente sostituito l’amaro e ora sono la varietà più comune di arance coltivate. L’arancia dolce crescerà in diverse dimensioni e colori in base alle condizioni locali, più comunemente con dieci carpelli o segmenti all’interno.

Marinai portoghesi, spagnoli, arabi e olandesi piantarono alberi di agrumi lungo rotte commerciali per prevenire lo scorbuto. Nel suo secondo viaggio nel 1493, Cristoforo Colombo portò i semi di arance, limoni e cedri ad Haiti e ai Caraibi. Furono introdotti in Florida (insieme ai limoni) nel 1513 dall’esploratore spagnolo Juan Ponce de Leon e furono introdotti nelle Hawaii nel 1792.

-Arancia Navel

Una singola mutazione nel 1820 in un frutteto di arance dolci piantate in un monastero in Brasile ha prodotto l’ombelico, noto anche come l’ombelico di Washington, Riverside o Bahie. La mutazione provoca arance navel sviluppare una seconda arancia alla base del frutto originale, di fronte al gambo. La seconda arancia si sviluppa come un gemello congiunto in una serie di segmenti più piccoli incorporati nella buccia dell’arancia più grande. Dall’esterno, il gemello più piccolo e non sviluppato lasciò una formazione sul fondo del frutto, simile all’ombelico umano.

Poiché la mutazione ha lasciato il frutto senza semi e quindi sterile, l’unico mezzo disponibile per coltivare più di questa nuova varietà è l’innesto di talee su altre varietà di agrumi. Due tale talee dell’albero originale furono trapiantate a Riverside, in California nel 1870, che alla fine portò alla popolarità mondiale.

Oggi, le arance navel continuano ad essere prodotte attraverso il taglio e l’innesto. Ciò non ammette le solite metodologie di selezione selettiva, e quindi non solo le arance navel di oggi hanno esattamente la stessa composizione genetica dell’albero originale, ma anche, possono essere tutte considerate il frutto di quel singolo, ora albero secolare

In rare occasioni, tuttavia, ulteriori mutazioni possono portare a nuove varietà.

-Arancia Valencia
L’arancia di Valencia o di Murcia è una delle arance dolci utilizzate per l’estrazione del succo. È un frutto di fine stagione e quindi una varietà popolare quando le arance navel sono fuori stagione. Per questo motivo, l’arancia è stata scelta per essere la mascotte ufficiale della Coppa del Mondo FIFA del 1982, che si è tenuta in Spagna .

-Arancia rossa
L’arancia rossa ha strisce di rosso nel frutto, e il succo è spesso un colore bordeaux scuro. Il frutto ha trovato una nicchia come interessante variazione di ingrediente sulla tradizionale marmellata di Siviglia, con le sue vistose striature rosse e il sapore distinto. L’ombelico scarlatto è una varietà con la stessa mutazione diploide dell’ombelico.

Varietà di arancia Amara

Citrus aurantium subsp. amara è un albero spinoso sempreverde originario del Vietnam del sud , ma ampiamente coltivato. È usato come innesto per gli agrumi, nella marmellata e nei liquori Triple sec, Grand Marnier e Curaçao. Viene anche coltivato per l’ olio essenziale espresso dal frutto e per l’olio di neroli e l’acqua di fiori d’arancio, che vengono distillati dai fiori.

-Siviglia arancione
L’arancia di Siviglia (o bigarade) è un’arancia molto conosciuta, estremamente aspra, ora coltivata in tutta la regione mediterranea. Ha una buccia spessa e con fossette ed è apprezzata per fare la marmellata, essendo più alta in pectina rispetto all’arancio dolce, e quindi dando un set migliore e una resa maggiore. Viene anche usato nei compositi e per i liquori al gusto di arancia.

-Bergamotto
Bergamotto arancio, C. aurantium subsp. La bergamia è coltivata in Italia per la produzione di olio di bergamotto, componente di molte marche di profumi e tè.

-Arancia chinotto
Il chinotto è un piccolo agrume amaro del chinotto, o “albero di arancio a foglie di mirto”, Citrus aurantium var. myrtifolia. L’albero raggiunge un’altezza di 3 metri e si trova in Liguria, Toscana, Sicilia e Calabria. Il chinotto è un componente essenziale del sapore della maggior parte dei digestivi amari amari italiani e del famoso liquore Campari. Una bibita dallo stesso nome (chinotto) è prodotta dal succo del chinotto e degli estratti di erbe. Il suo aspetto è simile a quello della Coca-Cola. Uno dei suoi attributi unici è che ha un sapore amaro e dolce allo stesso tempo. È più comunemente consumato prima dei pasti perché apre il palato per consentire un più completo godimento del cibo durante i pasti.

Arance e succo d’arancia.

Le arance sono una ricca fonte di vitamina C. Tuttavia, una volta tagliati o spremuti, la vitamina C inizia rapidamente a dissiparsi, e dopo solo otto ore a temperatura ambiente o 24 ore in frigorifero, c’è una perdita del 20% di vitamina C. In forma concentrata, in bottiglia o congelata, il contenuto di vitamina C è notevolmente ridotto. Le arance sono una buona fonte di folati, una fonte di vitamina A e B 1 e fibre.

Le arance sono ampiamente coltivate nei climi caldi di tutto il mondo e i sapori delle arance variano da dolci ad acide. Il frutto viene comunemente sbucciato e mangiato fresco, o spremuto per il suo succo. Ha una crosta amarognola spesso che viene solitamente scartata, ma può essere trasformata in mangime per animali rimuovendo l’ acqua, usando pressione e calore. È anche usato in alcune ricette come condimento o come guarnizione. Lo strato più esterno della crosta è grattugiato o sottilmente impiallacciato con uno strumento chiamato zester per produrre la scorza d’arancia, popolare in cucina perché ha un sapore simile alla parte interna carnosa dell’arancia. La parte bianca della crosta, chiamata pericarpo o albedo e includendo il midollo, è una fonte di pectina e ha quasi la stessa quantità di vitamina C della polpa.

I prodotti a base di arance includono:

-Succo d’arancia: Il succo d’arancia è una delle materie prime scambiate nel Board of Trade di New York. Il Brasile è il più grande produttore di succo d’arancia nel mondo, seguito dagli Stati Uniti . È fatto schiacciando il frutto su uno strumento speciale chiamato ” spremiagrumi ” o ” spremiagrumi ” .
-Olio di arancio: L’olio essenziale è un sottoprodotto dell’industria dei succhi prodotta dalla pressatura della buccia. È usato come aromatizzante di cibi e bevande e per la sua fragranza in profumo e aromaterapia. L’olio d’arancia contiene circa il 90% di d-Limonene, un solvente utilizzato in vari prodotti chimici per la casa, come per condizionare i mobili in legno , e insieme ad altri olii di agrumi nella rimozione del grasso e come detergente per le mani. È un detergente efficace, che è ecologico e molto meno tossico dei distillati di petrolio . Inoltre ha un odore più gradevole di altri detergenti.
-Fiori d’arancio: Il fiore d’arancio è tradizionalmente associato con buona fortuna, ed è stato popolare in mazzi nuziali e corone di teste per matrimoni per qualche tempo. I petali di fiori d’arancio possono anche essere trasformati in una delicata versione al profumo di agrumi di acqua di rose. L’acqua di fiori d’arancio è una parte comune della cucina mediorientale. Il fiore d’arancio conferisce il suo soprannome turistico alla Costa del Azahar (” Costa dei fiori d’arancio”), la costa di Valencia.
-Tea:  In Spagna, i fiori caduti vengono essiccati e quindi utilizzati per fare il tè.
-Miele di fiori d’arancio: Il miele di fiori d’arancio , o in realtà il miele di agrumi, viene prodotto mettendo alveari negli agrumeti durante la fioritura; dove l’ape [impollinazione | impollina]] ha seminato varietà di agrumi. Il miele di fiori d’arancio è molto apprezzato e ha un sapore molto simile all’arancia.
-Marmellate: La marmellata è una conserva solitamente fatta con arance amare o amare, che sono troppo aspre e astringenti per mangiare crudo. Tutte le parti dell’arancio sono usate per fare la marmellata: il midollo e i semi sono separati, e tipicamente collocati in un sacchetto di mussola dove vengono bolliti nel succo (e nella buccia tagliata) per estrarre la loro pectina, aiutando il processo di impostazione.
-Polvere d’arancia:  La scorza d’arancia è usata dai giardinieri come un repellente per la lumaca.
-Narthangai: Il frutto acerbo chiamato “narthangai” è comunemente usato nel cibo dell’India meridionale, specialmente nella cucina tamil. Il frutto acerbo viene messo in salamoia tagliandolo a spirali e riempendolo di sale. Il sottaceto viene solitamente consumato con thayir sadam (riso cagliata).
Le arance vengono raccolte a piena maturazione, dal momento che non maturano ulteriormente dopo essere state raccolte.

Poiché le arance sono soggette a danni da gelo, i coltivatori usano comunemente gli irrigatori per rivestirli di ghiaccio quando le temperature scendono sotto lo zero. Questa pratica protegge le colture regolando la temperatura.

Benefici alla salute

1. Prevenzione dei calcoli renali
Se le arance vengono consumate quotidianamente, c’è un rischio minore di sviluppare calcoli renali.

2. Abbassa il colesterolo
L’esperidina e la pectina presenti nelle arance riducono il colesterolo cattivo. Aiuta il corpo a rallentare l’assorbimento dei grassi.

3. Previene il diabete
Le arance hanno poche calorie e possono essere consumate quotidianamente. Può bilanciare i livelli di zucchero nel sangue in modo molto efficace.

4. Artrite
Un bicchiere di succo d’arancia al giorno può tenerti libero dall’infiammazione che di solito nasce dall’artrite. La sua proprietà anti-infiammatoria riduce i rischi di artrite reumatoide.

5. Abbassa la pressione sanguigna
L’esperidina e il magnesio nelle arance aiutano a controllare efficacemente la pressione sanguigna.

6. Digestione
La fibra che è presente in alta concentrazione nelle arance ti aiuta a digerire il cibo facilmente. Aiuta a liberare enzimi digestivi o succhi che aiutano a digerire il cibo in modo efficace .

7. Combatte contro il cancro
Un composto chiamato D-limonene, di solito si trova in arance e altri agrumi, combatte vari tipi di cancro come il cancro del colon, il cancro del polmone, il cancro della pelle, il cancro al seno ecc. La vitamina C protegge le cellule dai danni causati dai radicali liberi.

8. Salute cardiovascolare
Le fibre, l’esperidina e il folato nelle arance mantengono il tuo cuore sano. Un’arancia al giorno può darti un sistema cardiovascolare sano.

9. Sviluppo del cervello
L’acido folico presente nelle arance aiuta nello sviluppo della crescita cerebrale.

11. Aumenta l’immunità
La vitamina C presente in Arance aumenta la produzione di globuli bianchi che migliorano ulteriormente il sistema immunitario .

12. Perdita di peso
Le arance sono molto povere di calorie e ricche di fibre che ti fanno sentire pieno a lungo.

13. Ricco di antiossidanti
Questo frutto ricco di vitamina C ha buoni antiossidanti che sono essenziali per l’uomo. Questi antiossidanti prevengono la formazione di radicali liberi che provocano ossidazioni indesiderate. Queste reazioni di ossidazione sono note per causare malattie ed esperienze infiammatorie nel corpo.

14. Combatte contro le infezioni virali
I flavonoidi e i polifenoli delle arance ti aiutano a combattere le infezioni virali.

15. Salute delle ossa e dei denti
Le arance ricche di calcio aiutano a mantenere ossa e denti sani .

16. Previene l’ulcera
L’alto contenuto di fibre nelle arance impedisce molte ulcere. Un Orange al giorno può tenerti lontano dalle ulcere dello stomaco.

17. Ricco di fibre
Le arance rosse sono un modo semplice per ottenere una buona quantità di fibre. Un arancio medio arancione si prende cura di circa il 12% del fabbisogno giornaliero di fibra. assunzione. Molte persone in tutto il mondo non riescono a prendere una quantità sufficiente di fibre e, di conseguenza, soffrono di varie condizioni evitabili. Il consumo elevato di fibre previene problemi gastrointestinali.

18. Migliora la visione
Anche le arance sono ottime per la vista.

19. Arteriosclerosi
L’indurimento delle arterie può essere prevenuto con la vitamina C, che è altamente presente in grandi quantità nelle arance. Questo aiuta a mantenere l’elasticità e dà forza alle arterie.

20. Folati
Le arance rosse sono una buona fonte di folati. Una singola dose può fornire il 10% dell’apporto giornaliero consigliato di folati. Alle donne in stato di gravidanza sono particolarmente consigliate per assumere quantità ottimali di folato in quanto è necessario per lo sviluppo di un feto sano.

21. Tratta la mastite
Il tè alla buccia d’arancia è ottimo per le donne che allattano in quanto aiuta a trattare molte condizioni correlate, fornisce nutrienti e tratta e previene la mastite (indurimento del seno a causa della produzione eccessiva di latte).

22. Elimina l’alitosi
Il tè alla buccia d’arancia è molto utile e aiuta a mantenere una buona igiene orale. Avere una tazza di tè all’arancia ogni giorno per un mese riduce l’alitosi e migliora l’igiene orale.

23. Migliora la circolazione sanguigna
Le arance sono note per aiutare a stimolare e persino a migliorare la circolazione sanguigna e il suo flusso attraverso il sistema linfatico. Questa proprietà della buccia d’arancia lo rende utile per combattere condizioni come nervosismo, stress e insonnia.

24. Afrodisiaco
L’arancio ha proprietà afrodisiache lievi e il suo uso regolare e sistematico può aiutare a curare diversi problemi sessuali come problemi di erezione, frigidità, disinteresse per il sesso, impotenza e diminuzione della libido.

25. Cholagogue
L’olio essenziale di arancia promuove la secrezione all’interno di tutti i tipi di ghiandole appropriate come le ghiandole endocrine ed esocrine. Questa secrezione contribuisce alla promozione dell’allattamento, delle mestruazioni, degli ormoni della bile, dei succhi digestivi e degli enzimi.

Benefici per la pelle

Essendo un’ottima fonte di vitamina C, l’arancia può fare miracoli per la tua pelle. Oltre al frutto stesso, il succo d’arancia e persino le bucce d’arancia possono fornire una serie di benefici alla tua pelle. Pertanto, il consumo e l’applicazione topica di questo frutto possono essere utili per la pelle nei seguenti modi:

26. Pelle sana
Gli antiossidanti presenti nelle arance combattono i radicali liberi e quindi prevengono l’invecchiamento più velocemente.

27. Trattamento di macchie scure e imperfezioni
Le bucce d’arancia hanno un contenuto più elevato di vitamina C rispetto al frutto stesso. Invece di buttare via le bucce, puoi asciugarle al sole e macinarle per preparare la buccia d’arancia. Questo può essere usato come scrub per il corpo.
Puoi mescolare il sopra scrub con latte e crema di latte e applicarlo sul viso. Ciò fornirà un bagliore istantaneo al tuo viso e ridurrà le macchie scure e le macchie sulla pelle.

Scopri come preparare la polvere di arancia qui: “Polvere di Agrumi fai da te”

28. Trattamento acne
Eccesso di sporcizia, fuliggine o batteri bloccano i pori della pelle, causando la comparsa di brufoli.
Le arance hanno un alto contenuto di acido citrico che è efficace per combattere l’acne. Le bucce d’arancia contengono un’alta quantità di fibre alimentari, che regola i movimenti intestinali, eliminando così gli sprechi e le tossine nocive dal corpo. Questo preverrà l’acne sbloccando le tossine.
Puoi preparare una maschera facciale macinando le bucce d’arancia per fare una pasta e applicarla su tutto il viso. Questo non solo manterrà l’acne a bada ma anche contro l’untuosità della pelle. Con l’uso regolare, è possibile vedere una riduzione visibile dei brufoli e dei suoi segni.

29. Qualità di sbiancamento della pelle
Le bucce d’arancia sono un agente sbiancante naturale che può alleggerire le macchie scure sulla pelle e rimuoverle efficacemente nel tempo. Aiutano a ridurre gli abbronzanti deviando i raggi UV dannosi dall’attacco delle cellule della pelle.
Diluire la polvere di buccia d’arancia mentre si crea la maschera facciale perché contengono molto acido citrico che potrebbe irritare la pelle.

30. Benefici anti-età
Le arance sono una ricca fonte di vitamina C che migliora la consistenza e il colore della pelle.
Aiuta anche a ripristinare il collagene nel tuo corpo che è essenziale per mantenere il tono muscolare e previene l’invecchiamento precoce della pelle.
Le arance contengono potenti antiossidanti che combattono i radicali liberi dell’ossigeno. Questi radicali liberi spesso causano rughe e rilassamento delle guance.

31. Rimuove i punti neri
La maschera a buccia d’arancia è molto efficace nell’estrarre i punti neri dalla pelle.
Puoi preparare questa maschera mescolando una parte di yogurt con la polvere di buccia d’arancia per fare una pasta densa.
Applicare questa pasta sul viso, con movimenti circolari delicati e lavare con acqua tiepida dopo 15 minuti.
Questo non è solo un modo naturale e non doloroso per sbarazzarsi dei punti neri ma anche liberare gli oli in eccesso e lo sporco intasato dai pori della pelle.

Scopri come preparare la polvere di arancia qui: “Polvere di Agrumi fai da te”

32. Ottimo toner
Bucce d’arancia contengono abbondanti quantità di vitamina C e antiossidanti che mantengono gli oli della pelle. Sono adatti sia per la pelle grassa che secca.
L’applicazione topica di bucce d’arancia sulla pelle rimuove le cellule morte e lo sporco e mantiene la pelle idratata e tonica.
Il calcio contribuisce alla produzione di antiossidanti, invertendo così la pelle secca e fornendo l’aspetto di una pelle sana e luminosa.

33. Ringiovanisce la pelle opaca
Puoi fare una rinfrescante cipria usando bucce d’arancia o in alternativa, puoi spremere 2 arance e mettere il succo in una vaschetta del ghiaccio.
Strofinando questi cubetti d’arancia congelati sul tuo viso la tua pelle opaca e poco lucida acquisterà luminosità. Astringe i pori dilatati e controllerà L’ untuosità.

34. Pelle radiosa
Invece di macinare le bucce d’arancia, puoi semplicemente versare acqua bollente sulle bucce e lasciarle per un giorno.
Filtra questo liquido il giorno successivo e conservalo in frigorifero.
Applicare questo liquido sul viso con un batuffolo di cotone e lasciarlo fino a quando non si asciuga. Questo renderà il tuo viso tonificato e luminoso.

Benefici per i capelli

Oltre ad essere ottimo per la tua pelle, l’arancia contiene alcuni nutrienti vitali che rafforzano i tuoi capelli. Questo frutto può essere utile per la chioma nei seguenti modi:

35. Ottimo condizionatore
Il succo d’arancia è un ottimo condizionante per i tuoi capelli.

Puoi prepararlo a casa mescolando il succo di un’arancia, acqua e un cucchiaio di miele.
Applicare questa miscela sui capelli lavati e lasciare agire per 5-10 minuti. Questo ti fornirà capelli sani, splendenti e belli.

36. Stimola la crescita dei capelli
La vitamina C insieme ai bio-flavonoidi nelle arance aiuta la circolazione al cuoio capelluto, che a sua volta favorisce la crescita dei capelli.
Contengono anche acido folico, un tipo di vitamina B che è vitale per la crescita dei capelli.
L’insonitolo è un’altra forma di vitamina B che previene la caduta dei capelli e stimola la crescita. Quindi, il consumo regolare di arance è un ottimo modo per aumentare l’assunzione di questi nutrienti.

37. Trattamento della forfora
Il succo di buccia d’arancia può essere utilizzato sul cuoio capelluto per controllare la forfora.
Puoi anche macinare la buccia e usarla sul cuoio capelluto. Questo rimuoverà la forfora e purificherà il cuoio capelluto.
In alternativa, puoi preparare un risciacquo dei capelli facendo bollire le bucce d’arancia in acqua. Filtra il liquido il giorno successivo e usalo come un risciacquo per capelli per rimuovere la forfora e ottenere capelli splendenti.

Per preparare la polvere di Arancia in casa leggi il seguente articolo “Polvere di Agrumi fai da te”

Nota bene: tutte queste informazioni sono frutto di studi clinici effettuati “in vitro” e “in vivo” ma non hanno lo scopo di diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia. Consigliamo sempre il parere del medico di base prima di utilizzare qualsiasi sostanza a voi sconosciuta (o parzialmente conosciuta) soprattutto se si è soggetti allergici e/o particolarmente sensibili, donne in gravidanza, allattamento o sottoposte a cicli farmacologici dovuti a gravi malattie; per maggiore sicurezza è possibile eseguire un test casalingo per verificare eventuali reazioni allergiche, scopri come qui “Test Casalingo per le Reazioni Allergiche”

Per tanto ci esoneriamo da qualsiasi responsabilità su un uso improprio delle informazioni riportate negli articoli contenuti in questo sito.

 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!