SANDALO ROSSO (PTEROCARPUS SANTALINUS)

SANDALO ROSSO (PTEROCARPUS SANTALINUS)

Hennè e favismo
Henna Gloss o Sherazade
Capelli Neri con Henne ed Indigo
KATIRAMA ©
Ibisco – Lal Ambari – Karkadé

SANDALO ROSSO (PTEROCARPUS SANTALINUS)

Nome Botanico: Pterocarpus santalinus
Regno: Plantae
Ordine: Fabales
Famiglia: Fabacee
Genere: Pterocarpo

DESCRIZIONE: Il Pterocarpus santalinus o Red Sanders (Sandalo rosso) è un albero a foglie decidue di piccole e medie dimensioni con una corona piuttosto densa e arrotondata; che cresce da 10 a 20 metri di altezza. Un albero a crescita relativamente lenta, di solito ha un tronco eretto con un diametro di 30-50 cm. Esso appartiene alla famiglia delle Fabaceae.

Il legno di questa pianta ha un colore che varia dal rosso acceso all’arancione, è più resistente e compatto rispetto al sandalo bianco. A volte viene piantato per il suo legname ed è anche coltivato per il colorante che produce e come frangivento per le piantagioni di agrumi.
Il Sandalo rosso è un albero ampiamente distribuito nelle regioni tropicali del mondo, in particolare in India, Sri Lanka, Taiwan e Cina. Non è resistente al gelo, essendo molto sensibile a temperature di – 1 ° C ma si sviluppa bene in condizioni climatiche semi-aride.Le foglie sono alternate, lunghe 3-9 cm, trifogliate con tre foglioline che donano un colore verde brillante.I fiori si raggruppano in pannocchie, appaiono in forma campanulata e di colore rosso intenso, il frutto viene prodotto dopo tre anni ed è rappresentato da una drupa di colore rosso scuro, possiede al suo interno 5 semi che vengono mangiati o sparsi solitamente dagli uccellini, principali responsabili della diffusione naturale della pianta allo stato selvatico.

STORIA:

Per centinaia di anni, l’India e gli indiani sono stati a lungo privati di questo prezioso raccolto chiamato “Red Sanders”. L’India è uno degli unici sei paesi che ha le condizioni favorevoli del suolo e del clima per far crescere Red Sanders ed era storicamente il principale fornitore per il resto del mondo. Tuttavia, la situazione attuale è diventata talmente difficile che l’India ha dovuto importare legno di sandalo rosso da altri paesi poiché la risorsa naturale proveniente dalle foreste era quasi estinta. Questo albero selvaggio produce Crore di rupie, tuttavia è necessario l’ intervento umano e cura per la sua crescita. Finalmente nel 2008, con il governo dell’India che ha modificato la legge che ne vincolava il raccolto e concesso le autorizzazioni per coltivare Red Sanders, ha aperto le porte ai coltivatori cooperando con gli organismi per assaporare il ricco risultato della coltivazione di questo albero selvaggio. La coltivazione di Red Sanders non è un segreto nascosto o una scienza missilistica, tuttavia attualmente esistono 26 specie di questo albero e bisogna sapere quale deve essere selezionata per la coltivazione, in un dato tipo di terreno. Se i test e le selezioni precedenti non vengono eseguiti con attenzione, i risultati possono essere fatali poiché gli alberi continuerebbero a crescere, ma senza dare i risultati desiderati. Questo albero, se trattato in coltivazione organizzata, con irrigazione a goccia, ottiene i massimi risultati.

PROPRIETÀ:

Il Sandalo non solo trova un grande impiego in profumeria e in cosmetologia, ma viene anche sfruttato nella medicina popolare ed in fitoterapia per le sue qualità terapeutiche; possiede infatti, proprietà aromatiche agrodolci e toniche, efficaci per stimolare il corpo e la mente; è un ottimo analgesico e calmante in caso di pruriti, costipazioni, dolori reumatici e articolari. Dal legno del Sandalo si può ricavare l’olio usato per lo più nella pratica dei massaggi e per la produzione di prodotti per l’igiene personale. Ha proprietà afrodisiaca, sedativa, antidepressiva, e battericida.

PROPRIETÀ DELL’OLIO DI SANDALO:

– Antibatterico: questo olio possiede forti proprietà antibatteriche è efficace nelle infezioni della pelle, nella psoriasi, nell’eczema, nei brufoli e nell’acne. Può essere usato per curare piccoli tagli e ferite.
– Antinfiammatorio: può essere usato per curare qualsiasi tipo di infiammazione della pelle, prurito ed eruzioni cutanee localizzate.
– Antimicrobiche: può aiutare la guarigione di ferite, lesioni e ad attenuare le macchie della pelle. Un massaggio costante aiuta anche ad alleviare le smagliature.

L’olio di sandalo riequilibra tutto il sistema energetico dei chakra calmando e facilitando lo sviluppo spirituale. Il suo pregio particolare consiste nel fatto che riesce a calmare il lavorio mentale che spesso distrae chi medita. Placando la parte razionale della mente, le consente di entrare negli stadi più profondi di meditazione. Questo è consigliabile quando ci si prepara a sostenere una seduta di guarigione e nell’auto-guarigione. Trasmette apertura di spirito, calore e comprensione. Riduce lo stress, calma l’aggressività, l’agitazione e la paura, indicato in caso d’insonnia.

BENEFICI PER LA PELLE:

La polvere di legno di sandalo rosso, è stata utilizzata nella medicina ayurvedica come antisettico, agente cicatrizzante per le ferite e come trattamento anti-acne. Può essere trasformata in una pasta con miele e acqua e utilizzata direttamente sul viso. Può essere combinato con altre argille cosmetiche o fango per un effetto disintossicante sulla pelle del viso. Il sandalo rosso è noto anche per essere uno degli ingredienti naturali più affidabili per la bellezza. Se usato come impacco per il viso o maschera facciale, può apportare benefici alla nostra pelle in diversi modi: rimuove i segni causati dall’acne e schiarisce la pelle, dona un aspetto sano e luminoso, aiuta ad ottenere un tono della pelle uniforme e inoltre, se usato regolarmente, aiuta a sbarazzarsi di acne, brufoli e brutti segni.
Olio di sandalo per il viso: Per i trattamenti sul viso, può essere usato puro da chi soffre di acne o presenta punti neri e foruncoli. Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e antisettiche, l’olio di sandalo è indicato per detergere la pelle in modo delicato. Può essere infatti utilizzato anche puro poiché non irrita l’epidermide.

BENEFICI PER I CAPELLI:

La polvere del Sandalo rosso sui capelli ha diverse proprietà: previene la caduta dei capelli, favorendone quindi la crescita, aiuta a curare i problemi di forfora e secchezza. Inoltre grazie alle sue proprietà astringenti, dona lucentezza alla chioma. Come accennato all’inizio, il legno contiene una sostanza rossa che viene usata per tingere e profumare. Può essere usato in infuso come base veicolante o in polvere per virare ai toni del rame. Il mio consiglio è di non utilizzarla da sola, ma di aggiungerla ad un Hennè caldo per potenziarne il colore, tipo Lawsonia o ad altre erbe dal potere tintorio. Anche perché questa pianta, non essendo ricca in mucillagini, fa risultare composti disomogenei e molto scomodi da applicare.

Nel nostro Cronogramma Capillare la polvere rientra in I “Idratazione”.

Preparazione: Mescolare la polvere con acqua calda, aggiungendone poco alla volta per evitare che il composto risulti troppo liquido o troppo grumoso. La consistenza dovrà essere densa, come quella di uno yogurt. Potete aggiungere alla fine della preparazione un elemento idratante come: miele, zucchero, Gsl, katira, Gel di aloe e così via. Dopo aver lavato i capelli con solo shampoo e aver tamponato i capelli, applicate il tutto dalla cute fino alle lunghezze. Vi consiglio di usare pellicola e cappellino di lana, in modo da tenere al caldo la testa e avere più efficacia sulle proprietà della polvere. Tempo di posa 2 ore. Dopo procederete solo con balsamo e risciacquo acido!

Olio di sandalo per i capelli: Non è solo la pelle a beneficiare delle proprietà di questo pregiato olio ad uso cosmetico. In aggiunta ad altri oli, è indicato anche per il benessere e la bellezza dei capelli, soprattutto se secchi. In tal caso si consiglia di aggiungere 2 gocce di quest’olio essenziale ad uno base. Per chiome sfibrate si tende a suggerire l’olio di jojoba come olio base per impacchi e maschere per capelli.

CURIOSITÀ: Generalmente gli alberi provenienti dalle zone più secche, aride e rocciose, sono più produttivi e danno il legno di migliore qualità.

Dichiarazione di non responsabilità:
Non risultano controindicazioni in gravidanza o allattamento. Tuttavia, è importante notare che attualmente non esistono sufficienti ricerche scientifiche su questo rimedio naturale. A ogni modo consigliamo sempre la cautela…come mi piace sempre dire “naturale non è sinonimo di sicuro”…

Nota bene: Tutte queste informazioni sono frutto di studi clinici effettuati “in vitro” e/o “in vivo” ma non hanno lo scopo di diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia. Consigliamo sempre il parere del medico di base prima di utilizzare qualsiasi sostanza a voi sconosciuta (o parzialmente conosciuta) soprattutto se si è soggetti allergici o particolarmente sensibili, donne in gravidanza e persone sottoposte a cicli farmacologici dovuti a gravi malattie.
Per maggiore sicurezza è possibile eseguire un patch test casalingo per verificare eventuali reazioni allergiche seguendo le direttive di questo articolo

 

Test Casalingo per le Reazioni Allergiche

Pertanto ci esoneriamo da qualsiasi responsabilità su un uso improprio delle informazioni riportate negli articoli contenuti in questo sito.

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0