SHAMPOO CON LE FARINE – NO POO

SHAMPOO CON LE FARINE – NO POO

  SHAMPOO CON LE FARINE - METODO NO POO Buon Giorno a tutte Rapunzelle ❤ Oggi vi parlo di un argomento a mio parere molto interessate e molto

Prodotti per proteggere i capelli dall’estate
Accessori e Varie – Per la cura e bellezza dei Capelli
La scadenza dei cosmetici (PAO)
Metodo Melissa – LOCG ©
Marchi

 

SHAMPOO CON LE FARINE – METODO NO POO

Buon Giorno a tutte Rapunzelle ❤
Oggi vi parlo di un argomento a mio parere molto interessate e molto utile per la cura dei nostri capelli, IL LAVAGGIO CON LE FARINE. Sono molte le farine, più o meno conosciute, che possono essere utilizzate per la detergenza dei capelli.
Le categorie di farine che possono essere impiegate per questa pratica sono due, quella di cereali e quella di legumi.
* Le farine di cereali più adatte sono:
La Farina di Avena: Particolarmente delicata e lenitiva, adatta a chi ha una cute molto delicata o facile ad irritarsi o con irritazioni in corso, in quanto la sua alta concentrazione di vitamine, fibre e Sali minerali gli permettono di lenire le irritazioni più importanti, di fatti molti prodotti per pelli delicate o per bambini sono a base di farina d’avena.
-La Farina di Miglio: Questa farina deriva da un cereale molto antico che vanta davvero numerosissime proprietà per le nostre tanto amate chiome, contiene infatti un alto tasso di acido salicilico, importante alleato dei nostri capelli e delle proteine di fondamentale importanza per la nostra fibra capillare, potenzia infatti la produzione di cheratina, stimolando quindi la crescita sana e forte dei nostri capelli.
-La Farina di Grano Saraceno: Fonte inesauribile di Sali minerali come ferro e zinco e selenio. I semi da cui si ricava questa farina contengono il 18% di proteine e sono ricchi di aminoacidi essenziali importanti per il “trofismo” del bulbo capillare e per la giusta irrorazione di sangue del cuoio capelluto.
-La Farina di Riso: Questa farina ha un potere lavante un pò più basso delle altre, e non è adatta da sola al lavaggio dei nostri capelli, il suo utilizzo però è molto importante all’interno di un mix lavante a base di farina perché effettua una delicata azione di gommage sul cuoio capelluto donando volume alla nostra chioma, cosa fondamentale per chi ha capelli fini che tendono ad appiattirsi molto facilmente.
Le farine che abbiamo appena citato contengono tutte una piccola percentuale di grassi che riescono con estrema facilità ad emulsionare e lavare via la miscela grasso/sporco in eccesso che si trova sulla nostra cute, facendo risultare i nostri capelli sicuramente più puliti.
* Le farine di legumi più adatte al lavaggio capillare invece sono:
-La Farina di Ceci: Questa è la farina più conosciuta per il lavaggio dei capelli, è quella con il più alto contenuto di saponine ed ha un forte potere assorbente facendo si che il sebo in eccesso venga inglobato dolcemente dalla farina e poi risciacquato via dall’acqua corrente. Molte ragazze sostengono di essere riuscite a lavare via impacchi oleosi con uno shampoo a base di farina di ceci, io ad esempio necessito dello shampoo per lavare via un bagno d’olio, ma nulla vieta che possiate provare.
-La Farina di Fagioli: Questa farina è particolarmente ricca di nutrienti in quanto contiene un alta percentuale di amido, fibre, sali minerali e vitamine del gruppo B. La farina di fagioli è anche ricca di molecole fitoterapiche utilissime come lecitine, fitosteroli e antiossidanti, è molto utile perciò per chi ha i capelli particolarmente danneggiati e necessita un buon lavaggio che abbia un discreto potere ristrutturante.
-La Farina di Piselli: Questa farina, come la precedente, contiene moltissimi principi nutrienti ed è caratterizzata da un’alta percentuale di amido, proteine a medio valore biologico, molta fibra e una discreta porzione di Sali minerali e vitamine, senza farsi mancare una buona dose di antiossidanti. Anche questa è molto utile ai capelli danneggiati, non fatevi spaventare dal colore verdognolo di questa farina non rilascia in alcun modo molecole coloranti.
-La Farina di Soia: La farina di soia è molto famosa per il suo alto valore proteico e per il suo alto contenuto di fitoestrogeni che al momento del lavaggio fungono da importante rinvigorente e volumizzante naturale, che farà si che i vostri capelli risultino particolarmente voluminosi dopo il lavaggio.
-La Farina di Lenticchie: questa farina è assai ricca di antiossidanti, ferro e acido folico ed ha una ottima azione purificante del cuoio capelluto, come la sua “sorella” farina di ceci.
Tutte queste farine derivate da legumi hanno un alto contenuto si saponine naturali che fungono proprio da tensioattivi naturali delicatissimi, ottimi per la detersione capillare.
PREPARAZIONE DI UNO SHAMPOO A BASE DI FARINE:
-2/3 cucchiai per capelli corti
-3/4 per capelli medio-lunghi e lunghi
-2/3 Gocce di oe di salvia o rosmarino o arancio dolce(facoltativo)
-1 cucchiaio di gel aloe/gel semi di lino o methi (facoltativo)
(le dosi ovviamente devono essere adattate alla propria lunghezza e “foltezza”)
L’acqua deve essere aggiunta piano piano, fino ad ottenere una pastella cremosa ma piuttosto liquida (simile a quella delle crêpe). I capelli devono essere bagnati e il preparato deve essere applicato prima di tutto sul cuoio capelluto (se avete difficoltà utilizzate uno spargi shampoo) e massaggiate a lungo almeno 5 minuti e sciacquate con estrema cura i vostri capelli in modo da non far rimanere neanche un granello di farina perché se eseguite un massaggio/risciacquo non accurato i capelli potrebbero risultare mal lavati o potreste avere episodi di irritazioni o prurito. Dopo il risciacquo i vostri capelli avranno necessariamente bisogno di un balsamo districante, questo è importante soprattutto per chi ha lunghezze particolarmente secche. Infine sarebbe l’ideale un risciacquo acido che aiuta a chiudere le squame capillari e ottenere una fantastica chioma morbida e lucida. Alcune non potrebbero gradire l’odore della farina e quindi consiglio vivamente l’utilizzo di oli essenziali come quelli di salvia e rosmarino che aiutano in particolar modo chi ha i capelli grassi, oppure l’olio essenziale di arancio dolce che è molto funzionale sui capelli e copre molto bene l’odore di farina. Per evitare l’effetto secco in particolar modo sulle lunghezze consiglio l’utilizzo di additivi idratanti come semi di lino, aloe o methi (questi ultimi due ingredienti vantano anche una certa capacita non solo idratante ma anche lavante sono quindi ingredienti multifunzione).
A QUALI TIPI DI CAPELLI E’ UTILE QUESTO LAVAGGIO:
-Capelli sottili e privi di volume
-Capelli grassi
– A chi ha una cute particolarmente delicata e sensibile
-A chi ha capelli chiari o fa uso di erbe tintorie (queste farine non intaccano in alcun modo il colore e non ne favoriscono lo scarico).

 

COMMENTS

WORDPRESS: 2
  • comment-avatar
    Madalina 4 mesi

    Dopo il lavaggio con la farina di ceci posso fare anche la maschera oppure devo passare direttamente al balsamo?

  • Do NOT follow this link or you will be banned from the site!