Le 10 Regole per i capelli grassi

Le 10 Regole per i capelli grassi

Bio Gentleaf Linea Korean Hair Care Routine
Risciacqui per capelli
La scadenza dei cosmetici (PAO)
Maschere Capelli da Bioprofumeria
Tre tecniche per uno styling mosso senza calore (Metodo Roberta)

 

Il capello grasso é un capello molto difficile da trattare e spesso capriccioso ma con poche e semplici regole e un poco di allenamento anche noi ragazze dai capelli grassi possiamo tenere a bada questo fastidioso e antiestetico problema.

1)NON LAVARE I CAPELLI TUTTI I GIORNI
So che molte di voi diranno “Ma come é possibile non lavarli se il giorno dopo il lavaggio i miei capelli sono sporchissimi e impresentabili?” Sapete perché accade questo? Non solo perché avete il capello tendenzialmente grasso ma perché lo state stressando e causando il fastidioso effetto “Rebound” … se detergete e sgrassate il capello di continuo togliendo in maniera aggressiva e costante il grasso naturale del cuoio capelluto questo si chiederà “Dove è finito il sebo che ho prodotto fino ad ora? Vuol dire che non ne produco abbastanza e ne devo produrre di più!” così il vostro cuoio capelluto é spinto a produrre sempre piu sebo e il vostro problema non si risolverà mai e sarete costrette continuamente a lavarvi i capelli danneggiandoli, perché anche se eco-bio e delicato lo shampoo con i suoi agenti lavanti comunque rovina. Quindi occorre che “alleniate” i capelli ad essere lavati il meno possibile massimo tre volte alla settimana. So che all’inizio é difficile e ci vuole un pochettino di tempo (lo so bene io per prima perché ci sono passata personalmente), ma se vi armate di santa pazienza e di prodotti giusti anche voi ci riuscirete. È necessario quindi tenere pulito il cuoio capelluto (perché l’eccessivo sebo soffoca il bulbo portando il capello a indebolirsi e cadere) ma senza esagerare. Quindi se all’inizio non ce la fate proprio a non lavare e avete bisogno di qualche “lavaggio” in più rispetto ai tre consentiti utilizzate metodi di lavaggio alternativi come il “Cowash” o le erbette lavanti (ad esempio Shikakai ed Aritha) oppure la fantastica argilla lavante Ghassoul oppure fatevi una bella coda o una treccia (non troppo stretta mi raccomando) se avete i capelli abbastanza lunghi.
2)NON UTILIZZATE ACQUA CALDA QUANDO LAVATE E GETTO DEL PHON TROPPO CALDO QUANDO LI ASCIUGATE
Ebbene sì ragazze il calore sia dell’acqua che del phon spinge il nostro cuoio capelluto a produrre più sebo quindi è necessario utilizzare acqua quanto più fredda possibile e utilizzare il getto tiepido o freddo del phon. Durante l’inverno se non riuscite proprio a lavarvi i capelli con acqua fredda basta che sia tiepidina in modo da non prendersi una broncopolmonite ma fredda abbastanza da non produrre sebo e lo stesso discorso vale per il phon.
3) USARE SPAZZOLE PERSONALI E TENERLE SEMPRE PULITE
Spesso e volentieri ci dimentichiamo del ruolo che hanno le spazzole nella nostra haircare routine quotidiana. Oltre a dover utilizzare la spazzola giusta occorre sempre tenerla pulita lavandola con sapone neutro almeno una volta a settimana perché immaginatevi di spazzolarvi i capelli con una spazzola sporca dopo esservi fatto un bello shampoo e magari un bel trattamento Cc .. A cosa vi sarà servito? A nulla perché lo sporco intrappolato nella spazzola si depositerà di nuovo sui vostri capelli e torneranno presto ad essere sporchi. Quindi Ragazze tenete pulite le vostre spazzole e non condividetele perché oltre ad essere antigenico potrebbe essere deleterio per la nostra cute grassa perché per esempio se un’ altro membro della nostra famiglia si spazzola i capelli con la nostra spazzola e magari ha usato prodotti oleosi o cere, spume e gel vari li trasporteremo inevitabilmente sui nostri capelli quando andremo a spazzolarci quindi sarebbe meglio avere una spazzola personale per non incorrere in questo rischio.
4) UTILIZZATE SHAMPOO DELICATI
Sento spesso che molte di voi utilizzano solo shampoo purificanti per lavarsi i capelli. Niente di più sbagliato perché potreste rischiare di aggredire allo stesso modo in maniera eccessiva i vostri capelli e causerete il fastidioso “Effetto Robound” di cui parlo nel punto 1 di questo articolo. Quindi la parola d’ordine con i capelli grassi è DELICATEZZA: utilizzate shampoo non aggressivi per lavaggi frequenti e possibilmente con buon inci o quanto meno più naturali possibile. Se proprio lo ritenete necessario alternate lo shampoo delicato a uno purificante ma sempre delicato che sgrassi senza aggredire.
5) UTILIZZATE ERBETTE INDIANE E LAVAGGI ALTERNATIVI
Come vi ho già accennato al punto 1 le erbette indiane sono un alleato importante nella cura dei capelli, soprattutto per i capelli grassi. Queste erbe hanno la capacità naturale di seboregolarizzare il cuoio capelluto con il loro utilizzo progressivo e di renderli visibilmente più forti e lucidi e quindi date il via libera a impacchi a base di queste fantastiche erbe e a lavaggi alternativi che vi aiuteranno per molteplici scopi non solo a seboregolarizzare (se siete curiose di conoscere le proprietà e i nome delle erbette indiane abbiamo moltissimi post a riguardo nei relativi album) ma anche a renderli forti lucidi e visibilmente più lunghi, Provare per credere !
6) OLIO ESSENZIALE DI TEA TREE
Questo fantastico e portentoso olio essenziale estratto dalla pianta australiana Malaleuca Angustifolia ha un’ odore molto particolare ma è una mano santa per moltissime problematiche sopratutto quelle legate ai capelli grassi. È un potente disinfettante e antimicrobico che vi aiuterà non solo a eliminare il grasso in eccesso ma anche la fastidiosissima e antiestetica forfora grassa. Potete Aggiungerne 25/30 gocce direttamente all’interno del flacone del vostro shampoo (da 250 ml) preferito, chiuderlo di nuovo e agitarlo bene, usatelo diluito al momento del lavaggio (15 ml di shampoo in 150 ml di acqua) e vedrete il sebo capillare visibilmente diminuire come diminuirà anche la forfora. Potrete poi aggiungerlo a tutte le preparazioni o impacchi che andranno in cute come ad esempio i bagni d’olio o gli impacchi di erbe, come anche negli impacchi specifici per capelli grassi.
7) UTILIZZATE (SOLO QUANDO NECESSARIO E NON IN MANIERA ECCESSIVA) LO SHAMPOO SECCO
Lo Shampoo secco può essere un buon alleato per posticipare il giorno dello shampoo. Perche vi assorbirà il sebo in eccesso e avrete i capelli sufficentemente puliti per far passare un’altro giorno, perché il giorno dopo l’utilizzo dello shampoo secco è indispensabile lavare per evitare che sostanze potenzialmente aggressive come il bicarbonato permangano troppo a lungo sui capelli.
8) UTILIZZARE (SOLO QUANDO NECESSARIO E NON IN MANIERA ECCESSIVA) IL BICARBONATO DI SODIO.
Nei casi di capelli e cute molto grassi può essere utile un’ utilizzo occasionale del bicarbonato di sodio che con le sue proprietà pulisce a fondo il cuoio capelluto e neutralizza i batteri che causano la forfora. Quindi i primi periodi se davvero volete o comunque lo ritenete necessario versate un pochino del vostro shampoo abituale in un bicchierino e poi aggiungete un cucchiaino di bicarbonato di sodio e date una bella mescolata e lavatevi con questo composto. I vostri capelli saranno visibilmente puliti e leggeri.
9) UTILIZZATE QUANTO PIÙ SPESSO POTETE L’HENNÈ
Come ormai ben sapete l’ hennè è solo la laswonia ma per comodità spesso chiamiamo hennè anche le miscele colorate o quelle neutre che non colorano come la cassi la Cassia e il Sidr. É necessario precisare quindi che l’Hennè, che sia quello Rosso/Colorato o quello Neutro (Cassia e Sidr), esso é un’importante alleato dei capelli grassi perché è un Seboregolarizzante naturale e oltre tutto li rinforza visibilmemte (spesso i capelli grassi sono anche molto deboli e tendenti a cadere) e aiuta il cuoio capelluto a rimanere sano e pulito a lungo.
10) EVITATE L’UTILIZZO DI PRODOTTI SILICONICI
So che alcune di voi per scelta utilizzano ancora shampoo tradizionali ma per onestà intellettuale devo affermare che l’utilizzo dei siliconi e delle sostanze dannose è particolarmente deleteria per il capello grasso perché il silicone non solo ingabbierà il capello ma anche il cuoio capelluto che non avrà modo di “respirare” come dovrebbe e sarà spinto a creare sempre più sebo causando la classica situazione del capello grassissimo in cute e arido in punta, oppure del capello apparentemente bello (ormai sappiamo che è solo apparenza) ma molto grasso in cute. Quindi consiglio a chi ha questa problematica di usare prodotti quanto più naturali possibile, meglio se biologici per trattare i propri capelli e di non lasciarsi spaventare “dal periodo di passaggio” perché con le dovute cure i vostri capelli torneranno belli e sani e l’antiestetico grasso scomparirà e sarà tenuto a bada. E cosa fondamentale non lasciatevi spaventare al primo risultato non proprio soddisfacente, ci vuole tempo a volte per trovare shampoo/balsamo/maschera adatti, a volte ci vogliono vari tentativi non demordete … esiste lo shampoo perfetto anche per voi credetemi.

P.S. Anche chi ma la cute molto grassa può seguire il cc perché le maschere e i trattamenti home-made (a parte i bagni d’olio o gli impacchi di erbe) non vanno in cute ma solo sulle lunghezze e sulle punte quindi anche voi potrete beneficiare dei meravigliosi benefici del cc.

P.s.2 servirebbe un’ altro punto per precisarlo ma EVITATE DI TOCCARVI CONTINUAMENTE I CAPELLI, perché trasporterete sporcizia e sudore delle mani sui capelli e ne causerete l’inevitabile Ingrassamento quindi evitate di toccarli, aiutatevi magari con mollettine o pinze varie ma l’importante é non toccarli!

Spero che questo articolo vi sia utile perché credetemi queste semplici regole vi aiuteranno davvero tanto perché anche io avevo i capelli grassissimi da adolescente ed ero non solo piena di forfora ma ero costretta all’odioso e deleterio lavaggio quotidiano. Invece adesso posso dire di aver risolto il mio problema … e riesco a tenere a bada il mio capello tendenzialmente grasso, basta guardare i miei capelli nelle video-ricette e lo capirete da sole.

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0