Gyada Cosmetics Crema Viso Pelle Grassa Illuminante

Gyada Cosmetics Crema Viso Pelle Grassa Illuminante

Alkemilla Siero Viso Concentrato Antiage
Bisoubio Bio siero viso illuminante anti ossidante
BQueen Linea Viso Royal Champagne
Zaffiro Organica Crema Viso idratante e rassodante con estratto di pomodoro
Alia Skin Care Maschera Viso Esfolia&Illumina

Radiance Oily Skin Face Cream è una crema viso dalla texture leggera e di facile assorbimento ideale per pelli miste, tendenzialmente grasse e asfittiche e con impurità. Grazie al suo Mix di attivi a base di Vitamina C stabilizzata, Acido Mandelico, Acido Lattobionico e Acido Ferulico, esfolia dolcemente l’epidermide trattando l’eccesso di sebo, le discromie e uniformando il colorito. Contiene, inoltre, Acido Glicerretico dalle proprietà purificanti antibatteriche; Zantalene dall’azione lenitiva; Oligoelementi fondamentali per il turnover cellulare della pelle che in sinergia esplicano un’azione purificante, normalizzante e rigenerante dell’epidermide; infine estratti vegetali di Bacche di Goji, Melograno e Uva Ursina dall’azione antiossidante. (descrizione del produttore)

SCHEDA TECNICA DEL PRODOTTO:

Consigli d’uso:
Applicare mattina e sera su viso pulito. Si consiglia l’uso in combinazione con i prodotti della Linea Radiance Vitamin C.
Avvertenze: Evitare il contatto diretto con gli occhi e tenere lontano dalla portata dei bambini.

Inci: Aloe barbadensis leaf juice (*), Propanediol, Glycerin, Polyglyceryl-2 stearate, Caprylic/capric triglyceride, Glyceryl stearate, Stearyl alcohol, Mandelic acid, Olea europaea oil unsaponifiables, Arctostaphylos uva-ursi leaf extract (*), Zanthoxylum bungeanum fruit extract, Punica granatum extract, Lycium barbarum fruit extract (*), Butyrospermum parkii butter (*), Vitis vinifera seed oil (*), Ferulic acid, Lactobionic acid, Glycyrrhetinic acid, Sodium ascorbyl phosphate, Saccharomyces/magnesium ferment, Saccharomyces/iron ferment, Saccharomyces/zinc ferment, Saccharomyces/silicon ferment, Saccharomyces/copper ferment, Zinc oxide, Benzyl alcohol, Aqua, Tocopherol, Ascorbyl palmitate, Parfum, Xanthan gum, Lecithin, Oleyl alcohol, Ethylhexylglycerin, Limonene, Tetrasodium glutamate diacetate, Linalool, Alpha-isomethyl ionone, Citric acid, Citral, Potassium sorbate.(*) da agricoltura biologica

Certificazioni: AIAB – Eco Bio Cosmesi – NICHEL TESTED <0.0001%
Formulato con: 0%: ALCOHOL-BHA-BHT-COLOURANTS-EDTA-PEGPARABENS-PETROLATUM-SLES-SLSSILICONES
Contenuto: 50 ml
Prezzo: 27,90 € (circa)
In vendita presso: Bio-profumerie on-line e Fisiche

DESCRIZIONE ED OPINIONE PERSONALE:

Anche la Crema per pelli Grasse della linea radiance C di Gyada Comsetics è racchiuso in un contenitore di carta dalla forma rettangolare, il colore dela scatola è arancio chiaro, sul fronte troviamo stilizzato in alto il logo “Gyada”, al centro della confezione troviamo la linea di appartenenza, con grafica della C a spicchio di arancia, poco più sotto vengono incisi gli attivi protagonisti di questa linea, che vi approfondisco a fine articolo, le scritte anche in questo caso messe controluce appaiono brillanti, in fondo al cartone troviamo la scritta “Crema Viso Effetto Illuminante Pelle grassa” riportato anche in inglese. Sui fianchi destro e sinistro della confezione troviamo stampati il modo d’uso, la descrizione del prodotto, che vi ho riportato ad inizio articolo, il tutto riportato in varie lingue. Dietro la confezione invece troviamo tutte le certificazioni, la lista degli ingredienti ed il PAO, da notare che il prodotto è nichel tested e la confezione riciclabile. All’interno della scatola troviamo la Crema, anche essa come per il siero, ha una grafica minimal, riportando sul fronte la linea di appartenenza: il packaging è in pet bianco, dotato di tappo ad airless, ovviamente protetto da un tappo trasparente. Anche in questo caso sul Pack non viene riportato il modo d’uso del prodotto e la lista degli ingredienti e quindi vi consiglio di non rovinare o perdere la confezione principale in cartone.

Approfondiamo gli attivi contenuti nella crema viso per pelli grasse:

🧡 Aloe barbadensis leaf juice: L’Aloe vera è una pianta carnosa e succolenta; deriva dalla famiglia delle Liliacee e può arrivare fino ad un metro di altezza. L’Aloe è costituita principalmente dall’Acemannano, un mucopolisaccaride a catena lunga dalle proprietá immunostimolanti. Questa macromolecola ha possibili proprietà antivirali e aiuta contro i disturbi gastrointestinali. Le foglie di Aloe Vera contengono ingredienti diversi a seconda della parte della pianta che verrà utilizzata. Il gel di Aloe corrisponde alla parte acquosa all’interno delle foglie, il lattice di Aloe è una soluzione amara che si trova sotto la buccia delle foglie. Il gel di Aloe è la parte utilizzata nei prodotti cosmetici.
Il gel di aloe puro è utile a ridurre il prurito, ha un effetto rinfrescante, anti-infiammatorio e preserva l´idratazione cellulare. Ha un potenziale molto basso di irritazione e quindi non è un problema per la pelle irritata e sensibile. Le allergie all’Aloe sono estremamente rare. L’Aloe vera ha inoltre un forte effetto antiossidante. Il gel stimola la produzione di collagene, oltre ad avere un certo effetto contro i virus, batteri e funghi ed è consigliato per la cura dell’acne. La pelle secca, irritata e sensibile beneficia dell’effetto di questa pianta. Inoltre, il gel di Aloe Vera può essere utilizzato per la cura della pelle con psoriasi, dermatiti, acne e scottature.

🧡 Glycerin: Una delle prerogative della glicerina risiede nel suo essere una sostanza umettante, in grado di attrarre l’umidità della pelle e di tutto ciò che la circonda (dunque anche l’umidità presente nell’aria). Ciò permette di idratare a fondo, e al contempo di facilitare l’assorbimento di un qualsiasi prodotto nel quale essa è contenuta, aumentando anche la solubilità del suo principio attivo. Proprio per questa ragione la glicerina è presente nella maggior parte dei cosmetici di più comune utilizzo, così come nei farmaci.

🧡 Mandelic acid: L’acido mandelico è un alfa idrossiacido sempre più popolare derivato dall’idrolisi di un estratto di mandorle amare. 👉 approfondisci qui

🧡 Olea europaea oil unsaponifiables è la frazione non saponificabile estratta dall’olio di oliva. Si presenta sotto forma di liquido di colore giallo. In cosmesi le vengono attribuite le seguenti proprietà: affine al sebo cutaneo possiede spiccate proprietà emollienti e seborestitutive. E’ adatta a pelli secche e disidratate e contribuisce a prevenire le rughe. Può essere utilizzato in prodotti solari e doposole in virtù della sua attività fotoprotettiva dovuta ai carotenoidi in esso contenuti.

🧡 Arctostaphylos uva-ursi leaf extract: Si tratta dell’estratto di foglie di Uva Ursina. Nominata ursina in quanto gli orsi amano particolarmente il frutto, che spiega il suo nome latino “uva ursi”, che significa “uva dell’orso”. É utilizzato nei cosmetici per le proprietà drenanti, antinfiammatorie, astringenti, schiarenti, depigmentanti ed antibatteriche.

🧡 Zanthoxylum bungeanum fruit extract Gli attivi identificati come principali responsabili dei suoi effetti, sono le alchilammidi lipofile idrossi- alfa e beta sanshools. Oltre ad essere un ingrediente lenitivo e calmante, l’estratto di Zanthoxylum ha dimostrato di possiede un’azione miorilassante sulle rughe della zona perioculare con effetto lifting visibile e immediato. Le rughe si distendono con una riduzione immediata in un intervallo di tempo di soli 30 minuti. In Cina viene utilizzata da millenni per la sua azione antipruriginosa e antidolorifica a livello cutaneo, ma anche per la sua attività contro i dolori dentari (da cui il nome “albero del mal di denti”). Inoltre, gli olii essenziali estratti dai semi di alcune piante del genere Zanthoxylum sono ampiamente utilizzato in Cina come spezia, per ridurre le proprietà irritanti di alcuni alimenti.

🧡 Punica granatum extract: L’estratto dei semi del melograno è utilizzato in campo alimentare e cosmetico grazie alla sua alta concentrazione di Flavonoidi che combattono i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento delle nostre cellule. Nelle formulazioni cosmetiche il succo di melograno viene utilizzato per le sue proprietà antiossidanti ed idratanti, grazie alla sua capacità di stimolare la sintesi delle acquaporine, proteine presenti nei cheratinociti che regolano il contenuto di acqua cellulare.

🧡 Lycium barbarum fruit extract: I tibetani chiamavano il Goji “frutto della longevità”, un frutto originario dell’Himalaya, Nepal e Mongolia. In Oriente le sue bacche vengono utilizzate per le loro proprietà da millenni. L’estratto di queste bacche è estremamente ricco di vitamine e sali minerali e contiene 4 polisaccaridi unici al mondo (i cosiddetti LBP), con notevoli proprietà antidegenerative, immunomodulanti, neuroprotettive, anti-osteoporosi e anti-affaticamento. Aumentano i livelli di energia cellulare, hanno azione antiossidante, proprietà antinfiammatori, proteggono la pelle dai danni causati dai raggi UV

🧡 Vitis vinifera seed oil: Il Vitis Vinifera Seed Oil è l’olio di semi di uva, anche detto olio di vinacciolo. Grazie alle sue proprietà emollienti e restitutive è un utile rimedio a pelli secche e sensibili, a cui dona morbidezza e idratazione. Ha un’ottima azione antiossidante, grazie al suo contenuto naturale di polifenoli e tocoferoli, e aiuta a combattere l’invecchiamento cutaneo. L’olio di semi di vinacciolo ha inoltre proprietà antinfiammatorie, rigeneranti e riequilibranti, che lo rendono un prodotto straordinario per la cura della pelle.

🧡 Ferulic acid:L’acido ferulico, noto anche come acido idrossicinnamico, è un potente antiossidante che neutralizza i danni dei radicali liberi da inquinamento, luce ultravioletta o radiazione infrarossa 👉 approfondisci qui

🧡 Lactobionic acid: Acido Lattobionico; Esistono numerose pubblicazioni cliniche che supportano l’uso dei tradizionali acidi α-idrossi (AHA), tra cui acido glicolico, acido lattico e acido citrico, per contrastare l’invecchiamento. 👉 approfondisci qui

🧡 Glycyrrhetinic acid: L’acido Glicirretico esercita un’azione simile a quella dell’Idrocortisone topico nel trattamento delle principali disordiini della pelle di origine irritativa e negli arrossamenti . Parecchi studi hanno infatti dimostrato la sua attività superiore al cortisone topico , soprattutto nei casi cronici.
I risultati di uno studio condotto su pazienti con irritazioni della pelle per esempio ha evidenziato miglioramenti del 93% dei pazienti trattati con acido Glicirretinico rispetto all’83% di quelli trattati con Cortisone. Altri studi clinici hanno osservato che applicazioni topiche dell’acido Glicirretinico e dei suoi derivati hanno un ruolo importante nella riduzione dei tempi di guarigione e del dolore associati all’Herpes delle labbra .

🧡 Sodium ascorbyl phosphate: La vitamina C è molto conosciuta per le sue enormi proprietà anti-ossidanti e schiarenti, ma come sappiamo anche la vitamina C si degrada facilmente a contatto con l’aria 👉 approfondisci qui

🧡 Saccharomyces/magnesium/iron/zinc/silicon/copper ferment: Si tratta di una bio tecnologia dove in parole semplici gli oligoelementi come il rame, il ferro, lo zinco, il silicio.. vengono convertiti da un lievito chiamato Saccharomyces cerevisiae in un glicopeptide biodisponibile a basso peso molecolare. Il lievito viene quindi rimosso e il peptide del rispettivo elemento può penetrare nella pelle. È no! Saccaromyces/Silicon non è silicone bensì silicio! Traducendo i micro funghetti ( sono organismi unicellulari, ma della famiglia dei funghi ) vengono fatti crescere in un ambiente ricco di ferro, zinco ecc.. in modo che l’elemento si leghi alle catene proteiche del microorganismo. Questa tecnologia, quindi è stata sviluppata per rendere disponibili gli elementi metallici. Zinco, ferro, rame ecc… nella loro forma inorganica difficilmente passano le barriere cellulari e non possono partecipare alle reazioni biochimiche cellulari.

🧡 Zinc oxide: L’ossido di zinco è una polvere bianca con elevato effetto coprente opaco, che viene prodotto in diverse granulosità. Dal XIX secolo, l’ossido di zinco è usato come base dei cosmetici in polvere. Esso riflette la luce e assorbe efficacemente i raggi UV-A e UV-B. Inoltre, l’ossido di zinco è antinfiammatorio, astringente, lenitivo sull’irritazione e sulla secchezza ed è adatto come ingrediente nei prodotti contro i brufoli, come pure per la pelle infiammatoria, grassa e impura.

🧡 Tocopherol:  Il tocoferolo, comunemente conosciuto come Vitamina E, è indispensabile per la salute del nostro organismo, ma viene anche utilizzato in cosmetica, per i suoi notevoli benefici su capelli, corpo e soprattutto viso. Essendo un potente antiossidante, protegge le emulsioni dall’ossidazione e gli oli dall’irrancidimento, garantendo così la stabilità del prodotto e una sua conservazione ottimale, priva di alterazioni. Le sue notevoli proprietà cosmetiche, sono riconducibili alla sua azione protettiva ed idratante. Protegge le membrane cellulari e il collagene dall’ossidazione causata dai radicali liberi, inoltre ripara i tessuti danneggiati -specialmente dai raggi solari- e idrata la pelle, creando un film che previene la perdita di acqua. Pertanto è molto spesso aggiunto come attivo anti-age, nelle creme e sieri antirughe. Come già detto, la vitamina E non è solo indispensabile per mantenere una pelle giovane e priva di rughe, ma offre benefici anche ai capelli. Infatti stimola i bulbi piliferi e, di conseguenza, la ricrescita. Il tocoferolo essendo liposolubile, penetra la cute e grazie al suo potere antiossidante, migliora la circolazione sanguigna e quindi l’apporto di ossigeno ai tessuti.

🧡 Lecithin: La lecitina è una sostanza ricavata in natura dai semi della soia ed è utilizzata principalmente come emulsionante, ma ha anche proprietà idratanti e viene utilizzati come legante di pigmenti cosmetici. Tali emulsionanti aiutano a stabilizzare lo strato di barriera della pelle ristrutturandola. E’ ideale per pelli secche, e aiuta nel processo di opacizzazione opacizzante associando anche un effetto idrorepellente. Usata anche in creme per i piedi in quanto rende la pelle morbida e aiuta a levigare le parti secche e dure.

Ora che abbiamo analizzato nel dettaglio le principali caratteristiche vediamo come l’ho utilizzato:

Ho usato la crema viso dopo aver applicato il siero della stessa linea (Trovate qui la recensione “Radiance Face Serum”). La mia pelle è mista, tende ad ingrassarsi soprattutto nella zona T del viso (fronte, naso e mento) e per queste zone l’ho trovata molto efficace, oltre che assorbirsi facilmente, evita per molto tempo che la zona appaia lucida, ma purtroppo nelle zone delle guance, che sono normali/secche, alcune volte dopo l’applicazione della crema, mi dava la sensazione di tirare. La crema non è pesante è quindi ideale per pelli problematiche e grasse, grazie agli attivi presenti che lavorano in sinergia per donare appunto un aspetto sano anche a pelli problematiche. Nel periodo invernale preferisco delle creme più corpose, per le pelli miste come la mia, nelle zone normali/secche vi consiglio l’applicazione dell’altra crema, “Crema viso pelle secca Illuminante”. In questo modo i due prodotti trattano le zone specifiche e per la mia pelle trovo sia una combinazione perfetta. La pelle dalle prime applicazioni e risultata più radiosa, donandomi un aspetto sano con un colorito del viso più luminoso. Il suo pratico erogatore ad Airless mi premette di dosare il giusto quantitativo di crema, in questo caso mi bastano due pushate per ricoprire viso e collo, la profumazione agrumata è gradevole e non permane molto sulla pelle.

Voto: 9

✅ Pro: Prezzo nella media – si assorbe subito – Consistenza cremosa – adatto a pelli grasse – Non lascia il viso unto – Ci mette un paio di minuti ad assorbirsi completamente.
⛔ Contro: Non ne ho trovati di per se sul prodotto (solo le scritte troppo piccole sulla scatola esterna ed il modo d’uso non inserito nel packaging che contiene la crema viso)

Dove l’acquisto?

Io l’ho acquistato sul sito Partner Libellulabio.it approfittando della promozione lancio della Linea Radiance C (per gli acquisti presso questa bio-profumeria potrete utilizzare il codice sconto RAPUNZELIBELLULA e poter usufruire del 15% di sconto su tutto il sito, i dettagli del codice sconto li trovate qui “Libellulabio.it”)

🧡 APPROFONDIMENTI …..

Conosciamo approfondendo nel dettaglio alcuni ingredienti contenuti nella formulazione, che poi sarebbero le protagoniste di questa linea:

🧡 Acido Mandelico (Mandelic acid – AHA)

L’acido mandelico è un alfa idrossiacido sempre più popolare derivato dall’idrolisi di un estratto di mandorle amare. È stato ampiamente studiato per i suoi usi nel trattamento di problemi cutanei comuni come il fotoinvecchiamento , la pigmentazione irregolare e l’ acne . L’acido mandelico accelera il processo biologico di desquamazione della pelle e aiuta a controllare i problemi di cura della pelle.

La struttura molecolare dell’acido mandelico è più grande rispetto agli alfaidrossiacidi alternativi come l’acido glicolico, il che significa che impiega più tempo a penetrare nella superficie della pelle ed è molto meno irritante. La notevole differenza tra i prodotti a base di acido glicolico e acido mandelico è la mancanza di irritazione cutanea ed eritema che spesso accompagna i trattamenti cutanei con acido mandelico. Questa è una delle molte differenze positive tra le due diverse forme di acido, rendendo l’acido mandelico un mezzo più sicuro per lavorare sia a livello professionale che quando raccomandato per l’uso domestico.

L’acido mandelico ha i seguenti risultati sui seguenti problemi della pelle;

  • Linee sottili e rughe: Il miglioramento delle rughe e delle rughe può essere osservato in pazienti con pelle di Fitzpatrick da I a VI senza alcuna risposta post-infiammatoria da iperpigmentazione. La grana della pelle ha un notevole miglioramento e la pelle foto-invecchiata viene ringiovanita.
  • Pigmentazione anormale: Melasma, iperpigmentazione post infiammatoria e lentigeni (lentiggini grandi) vengono rapidamente migliorati se trattati con acido mandelico. Il miglioramento del melasma (pigmentazione ormonale) può essere visto fino al 50% dopo 1 mese di trattamento senza oscuramento del melasma, quando vengono trattati tipi di pelle più scuri. Un miglioramento continuo e graduale è una caratteristica dell’acido mandelico.
  • Miglioramento dell’acne: Il risultato dell’acido mandelico su chi soffre di acne è notevole nei pazienti trattati con acne infiammatoria, pustolosa, comedonale e papulare. Anche i pazienti con follicolite gram-negativa (infiammazione dei follicoli piliferi) hanno mostrato miglioramenti durante l’uso dell’acido mandelico. L’acido mandelico è risultato particolarmente utile nel trattamento di pazienti adulti affetti sia da foto-invecchiamento che da acne.

🧡 Acido Ferulico (Ferulic acid)

L’acido ferulico, noto anche come acido idrossicinnamico, è un potente antiossidante che neutralizza i danni dei radicali liberi da inquinamento, luce ultravioletta o radiazione infrarossa, che accelerano l’invecchiamento cutaneo. Si trova nella parete cellulare di piante come avena, riso integrale, arachidi e arance, ma Levin dice che in genere ne senti parlare associato alle mele. Naturalmente, l’acido ferulico è derivato botanicamente, ma può essere creato in un laboratorio per il controllo di qualità, coerenza e sicurezza del consumatore. Si presenta principalmente in forma liquida e può essere trovato nei sieri , ma può anche essere sotto forma di crema quando confezionato in una pompa.

Benefici dell’acido ferulico per la pelle

L’acido ferulico lavora per fermare tutti i danni derivanti dall’invecchiamento estrinseco.

  • Riduce la formazione di linee sottili e rughe: l’ acido ferulico protegge la pelle dall’inquinamento e dalle radiazioni, che possono causare rughe.
  • Riduce il potenziale di rilassamento cutaneo: i radicali liberi possono anche causare una perdita di compattezza nella pelle e l’acido ferulico funge da scudo per proteggere la pelle da quel danno.
  • Riduce l’infiammazione: il danno ossidativo può causare infiammazione della pelle, che blocca i pori e può provocare rotture. Gli antiossidanti come l’acido ferulico hanno proprietà anti-infiammatorie.
  • Riduce la formazione di macchie brune: l’ inquinamento e le radiazioni causano un aumento dell’alterazione dei pigmenti – come le macchie solari – e l’acido ferulico agisce per proteggere la pelle da quell’effetto.
  • Riduce il tono della pelle non uniforme a causa del rossore: l’ inquinamento e le radiazioni causano un aumento della formazione dei vasi sanguigni nella pelle (che porta al rossore) e l’acido ferulico agisce per proteggere la pelle.
  • Ridurre al minimo le macchie scure dai brufoli: se si utilizza costantemente un antiossidante, le proprietà antinfiammatorie possono ridurre al minimo i danni o gli effetti collaterali di un brufolo, come le macchie scure persistenti.
  • Ridurre la pigmentazione correlata al melasma: il melasma è una complessa condizione pigmentaria cronica in cui i melanociti sono reattivi alla luce solare e alle radiazioni infrarosse (calore).
  • Aumenta gli effetti della vitamina C e della vitamina E: se usato in combinazione con altri antiossidanti, l’acido ferulico ha la capacità di potenziarli e renderli più stabili.


🧡 Acido lattobionico (Lactobionic acid – AHA)

Esistono numerose pubblicazioni cliniche che supportano l’uso dei tradizionali acidi α-idrossi (AHA), tra cui acido glicolico, acido lattico e acido citrico, per contrastare l’invecchiamento. Gli studi hanno dimostrato significativi effetti dermici, tra cui un aumento della deposizione di glicosaminoglicani, una migliore qualità delle fibre elastiche e l’induzione del gene del collagene. Questi effetti cutanei forniscono benefici antietà alla pelle. L’acido lattobionico, un AHA di nuova generazione che possiede una struttura poliidrossilica (un cosiddetto acido poliidrossilico), ha dimostrato di fornire benefici materici e leviganti sulla pelle e di aumentare lo spessore della pelle attraverso misurazioni digitali del calibro, fornendo così molteplici benefici antiaging. L’acido lattobionico è anche una sostanza chelante antiossidante che sopprime l’attività enzimatica della loproteinasi di metallo a matrice, contribuendo a proteggere da ulteriori danni del sole. L’acido lattobionico ha anche dimostrato di essere delicato sulla pelle senza causare bruciore e irritazione associati ad alcuni AHA. Questo studio è stato condotto per valutare l’efficacia dell’acido lattobionico topico all’8% per ridurre i segni visibili dell’invecchiamento della pelle sul viso e determinare variazioni di spessore istologico e cutaneo sul braccio durante 12 settimane di utilizzo controllato. I risultati indicano miglioramenti significativi nei parametri clinicamente classificati, una riduzione significativa dell’irritazione lieve preesistente e aumenti significativi della compattezza e dello spessore della pelle. Sono stati osservati esempi istologici di ridotta attività della metalloproteinasi-9 a matrice e aumento della colorazione per glicosaminoglicani. Se usato da solo, come trattamento preventivo o attivo, l’acido lattobionico offre effetti antiaging benefici. Grazie alla sua delicatezza, può anche essere usato in combinazione con procedure cosmetiche.

Poiché l’acido lattobionico non penetra anche nella pelle, fornisce solo esfoliazione in superficie. “Questo li rende perfetti per quelli con pelle sensibile che sono inclini a irritazioni a volte causate da AHA”

I benefici dell’acido lattobionico

I benefici per la pelle dell’acido lattobionico sono numerosi. A causa dell’aumento del tasso di turnover cellulare per prevenire l’accumulo, si traducono in un tono della pelle più luminoso e più uniforme per tutti i tipi di pelle. Ciò include la ridotta comparsa di linee sottili e la riduzione di cicatrici e iperpigmentazione. L’aumento di elastina e collagene porta a una migliore idratazione e l’acido lattobionico può persino proteggere da ulteriori danni del sole.

🧡 Vitamina C (Sodium ascorbyl phosphate – SAP)

La vitamina C è molto conosciuta per le sue enormi proprietà anti-ossidanti e schiarenti, ma come sappiamo anche la vitamina C si degrada facilmente a contatto con l’aria, per questo serve che viene stabilizzata. Per stabile si intende che la molecola è resa in una forma più “resistente”, che non degrada facilmente (mentre la vitamina C di per sé è soggetta ad una facile ossidazione): se la molecola degrada, smetterà di esercitare la sua funzione benefica per la cute. Questo “rafforzamento” si ottiene miscelando la vitamina C (acido ascorbico) con altre sostanze per formare un sale. Il corpo umano scinde questa struttura riottenendo l’acido ascorbico. In pratica il SAP è un espediente per poter usare agevolmente la vitamina C nei cosmetici, minimizzando i problemi di conservazione (e quindi i costi).

Funzione anti-age
Una delle funzioni principali del SAP è limitare lo stress ossidativo del corpo. L’ossidazione delle cellule è il danneggiamento provocato dalla continua azione di molecole estremamente reattive conosciute come radicali liberi; sul piano cosmetico, l’ossidazione cellulare è alla base della comparsa dei segni di invecchiamento cutaneo. Applicato topicamente, il SAP contribuisce a neutralizzare l’attività dei radicali liberi, rallentando la comparsa delle rughe e altri segni di invecchiamento. In questo senso, il sale di vitamina C trova largo impiego in vari prodotti cosmetici, come creme, sieri, detergenti. Per sfruttare le sue proprietà antiage, normalmente il SAP si usa in concentrazioni tra lo 0,2% e il 2%. Dacché il sole è una delle principali fonti di stress ossidativo per la pelle, il SAP fa spesso parte della formulazione di prodotti solari, pre o post esposizione, con concentrazioni tra l’1% e il 2%.

Funzione schiarente
Il SAP, e la vitamina C in genere, interferisce nel processo di produzione di melanina. La melanina è un pigmento da cui dipende il colore della pelle, e se prodotto in eccesso, può dar vita a manifestazioni di iperpigmentazione, quali macchie, punti scuri, lentiggini,… Per questa ragione il SAP viene impiegato in prodotti per schiarire la pelle, come attivo primario o come ingrediente di supporto. La concentrazione per beneficiare delle proprietà schiarenti del SAP è del 2÷4%.

Funzione anti-imperfezioni
Recenti studi hanno evidenziato la capacità del SAP di interferire con la produzione sebacea della pelle, quindi l’ingrediente si presta ad essere utilizzato in prodotti che contribuiscono a combattere le imperfezioni cutanee collegate al sebo (es. prodotti per contrastare l’acne). La concentrazione consigliata per questo utilizzo è il 5%. Tuttavia, si attendono nuovi studi che diano conferma di queste sue proprietà.

L’azienda:

Gyada Cosmetics è un brand di cosmetici Eco-Bio, Vegan e Cruelty Free. La mission di Gyada è semplice e limpida: offrire cosmetici dall’alta performance attraverso l’utilizzo di formulazioni esclusivamente naturali.

Per ottenere un prodotto di alta qualità, senza rinunciare ad una formulazione naturale, puntiamo tutto sulla fase di Ricerca & Sviluppo. Per la creazione di ogni prodotto questo è sempre il nostro passo più importante. Studiamo e testiamo le nostre idee per mesi, alla ricerca della perfezione assoluta e del dettaglio vincente. L’alta efficacia e qualità dei prodotti è sostenuta da formulazioni interamente naturali a base di estratti vegetali e biologici.

I prodotti Gyada Cosmetics non presentano: BHA-BHT-COLORANTI-EDTA-PEG-PARABENI-PETROLATI-SLES-SLS-SILICONI. Sono inoltre Nickel Tested.

Pensiamo ad ogni prodotto come ad un gioiello: prezioso, unico ed inimitabile. Un pregiato dono dedicato a tutti gli amanti del benessere, della bellezza e dell’amore verso la natura.

Perché Gyada?

Il nome Gyada è frutto di tante influenze che nel loro insieme racchiudono amore, bellezza e vita.
La giada è una pietra composta da diversi minerali dal delicato color verde con riflessi cristallini; una pietra dai colori della natura, legata da sempre al 4° Chakra, quello del cuore, il Chakra attorno a cui ruotano tutte le funzioni fisiche ed energetiche dell’essere umano.

Ma Gyada è anche un nome femminile e riconoscibile, un’amica di cui fidarsi. Una creatrice di piccoli sogni che possono diventare realtà.

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0